28 Marzo Mar 2020 0000 2 days ago Anffas

Anffas Open Day: una vita che non vale meno

Italia Roma - via Casilina 3/T
www.anffas.net

Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e disturbi del neurosviluppo

Il 28 marzo 2020 torna, per il tredicesimo anno consecutivo, la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e disturbi del neurosviluppo, la manifestazione nazionale promossa ed organizzata da Anffas. La formula dell'Open Day dedicato all’informazione e alla sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo purtroppo quest'anno non potrà essere confermata. 

La Giornata di sensibilizzazione si svolgerà regolarmente ma, cadendo in piena emergenza Coronavirus, subirà significative modifiche rispetto all’originaria impostazione. Mai come oggi - scrive Anffas - ci sembra opportuno sottolineare la situazione di disagio e pericolo che vivono le persone con disabilità, i loro familiari e gli operatori che lavorano nelle centinaia di strutture presenti sul territorio: è palese infatti come questa parte di popolazione sia stata nuovamente lasciata sola nell’affrontare questa crisi, senza opportuni e mirati provvedimenti. Cogliamo quindi l’occasione per ribadire quanto già espresso nelle opportune sedi, ossia l’estrema urgenza di vedere attivate misure di prevenzione e tutela adeguate volte alla salvaguardia della loro salute. Ricordiamo che le persone con disabilità spesso presentano patologie correlate alla propria disabilità che le rendono una popolazione maggiormente esposta al contagio e che non sempre sono in grado di assumere comportamenti consapevoli ed idonei ad evitare o ridurre i rischi di contagio. Inoltre, in caso venissero contagiate, non sarebbero in grado di gestire le proprie condizioni di salute né sarebbero autonomi in regime di quarantena.

Auspichiamo quindi che la Giornata possa servire non solo a diffondere la cultura della disabilità basata sui diritti umani contrastando così la visione stereotipata che stigmatizza le persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e che le vede, sbagliando, solo come pesi, ma anche a sensibilizzare sulla necessità dell’adozione urgente di provvedimenti mirati volti ad affrontare e gestire al meglio anche le situazioni di crisi ed emergenza, evitando di far passare il messaggio che la vita delle persone con disabilità, non autosufficienti, e delle persone molto anziane, valga meno rispetto a quella degli altri cittadini perché anche questo vuol dire promuovere un futuro in cui nessuno sia più discriminato a causa della sua disabilità e in cui vengano garantiti a tutti pari diritti ed opportunità a partire dal primario diritto alla salute e alla vita, senza che nessuno venga mai lasciato indietro in quanto persona con disabilità.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.anffas.net.