Education & Scuola

“Progetto scuola” contro l’infarto

"Comocuore" è un’associazione di volontariato che si occupa di trasmettere ai cittadini lariani una cultura basata sull’assunzione di un corretto stile di vita

di Rosanna Schirer

Prevenire le malattie cardiovascolari che possono portare all?infarto. Ecco lo scopo principale dell?associazione ?Comocuore? dedicata a Gianmario Beretta, un medico noto nella città di Como, morto proprio d?infarto. Comocuore è un?associazione di volontariato nata oltre dodici anni fa, che si occupa di trasmettere ai cittadini lariani una ?cultura diversa? basata soprattutto sull?assunzione di un corretto stile di vita. Si tratta di informarsi, controllarsi, alimentarsi in modo giusto per ridurre al minimo il rischio d?incidenza dell?arteriosclerosi e delle patologie a essa collegate (come l?infarto del miocardio o l?ictus cerebrale). Non a caso il gruppo (che vanta più di duemilacinquecento soci nella sola provincia comasca) organizza diverse attività proprio con l?intento di proporre programmi di prevenire questa patologia, comune, in particolare, tra i meno giovani. E per insegnare a quelli che con il passare del tempo saranno anziani, a vivere in modo sano, Comocuore si è impegnata, fin dallo scorso anno, a organizzare un importante programma che coinvolge circa 1.500 ragazzi. ?Progetto Scuola?, dedicato agli studenti iscritti alle tre classi della scuola media inferiore, si pone diversi obiettivi, tutti finalizzati a ridurre al minimo il terribile rischio. Oltre a individuare le patologie cardiache congenite e le alterazioni del ritmo cardiaco (studio Pesco) il progetto prevede la raccolta di dati per uno studio che definisca lo stato di salute psicofisico di un selezionato gruppo di ragazzi, tra gli 11 e i 14 anni (Valutazione pediatrica). Allo stesso tempo l?associazione ha predisposto una serie di corsi di educazione alimentare per gli studenti iscritti alla seconda classe, che potranno così seguire un modello alimentare equilibrato in modo da ottenere giusti valori energetici e nutrizionali. Grazie a questi programmi d?intervento, svolti in collaborazione con la Divisione di Cardiologia e quella di Pediatria dell?Ospedale Sant?Anna, con infermiere volontarie della Cri e con Francesca Noli, specialista in scienza dell?alimentazione, l?associazione ha ottenuto una serie di valutazioni, presentate durante la conferenza di chiusura. In questa occasione (l?incontro si è tenuto lo scorso mese di giugno al termine dell?anno scolastico), a genitori e studenti sono stati illustrati i risultati dell?intero progetto. Da segnalare inoltre che l?associazione Comocuore per la lotta contro l?infarto, che si finanzia grazie alle quote associative e alle offerte dei simpatizzanti, organizza diverse attività allo scopo di raccogliere fondi da destinare a questi progetti. Tra le manifestazioni che coinvolgono sempre numerosi ragazzi, si segnalano, per esempio, un torneo di tennis (?Primo trofeo Boncars Comocuore?) o la biciclettata per le vie della città, oltre alla partita di calcio ?Le Ali del Cuore?, che si è svolta tra la Nazionale Italiana Cantanti e la squadra di Smemoranda, oppure la mostra che ha visto esposti una serie di presepi realizzati dai soci con relativa tombola finale. Da sottolineare, tra l?altro, che questo gruppo, considerato ormai un vero e proprio punto di riferimento, organizza due o tre volte all?anno dei banchetti per il pubblico allo scopo di controllare lo stato di salute dei propri soci e dei passanti. Comocuore, infine, edita un trimestrale informativo contenente le iniziative svolte, spedito in abbonamento a tutti gli iscritti. Nome COMOCUORE Indirizzo via Rovelli, 8 22100 Como TELEFONO 031/278862 PRESIDENTE Giovanni Ferrari Scopo Prevenzione delle malattie cardiovascolari Data di nascita 1985


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA