Premio Focsiv

Rosario Volpi, volontario internazionale dell’anno

6 Novembre Nov 2013 1903 06 novembre 2013

Trentenne, da sei anni cura il progetto Ambalakilonga in Madagascar, seguendo il percorso educativo dei bambini e dando loro sostegno psicologico e alimentare con l'associazione Educatori Senza Frontiere

  • ...
1265 10200617697018211 1533191035 N
  • ...

Trentenne, da sei anni cura il progetto Ambalakilonga in Madagascar, seguendo il percorso educativo dei bambini e dando loro sostegno psicologico e alimentare con l'associazione Educatori Senza Frontiere

Rosario Volpi è il vincitore del Premio del volontariato internazionale 2013. Classe 1979, da sei anni vive a Fianarantsoa in Madagascar, dove svolge attività di psico-pedagogista. In particolare segue un progetto da titolo Ambalakilonga, il Villaggio dei ragazzi, di cui è coordinatore. Che ha un obiettivo: realizzare attività di educazione informale, sostegno psicologico e alimentare. Inoltre elabora strategie per la formazione di 'educateurs' tra i giovani delle regioni in situazione di emergenza.
Volpi è stato selezionato da una giuria di qualità composta da rappresentanti della FOCSIV e dei Partner dell'iniziativa tra una rosa di quattro candidati -i più votati dal pubblico della Rete su 15 candidature pervenute- espressione del mondo della cooperazione e della solidarietà internazionale: dalle missioni agli organismi Soci FOCSIV, alle più diverse associazioni italiane di volontariato internazionale.
Candidato da Educatori Senza Frontiere Onlus, è stato scelto per la qualità della testimonianza cristiana che emerge dalla sua esperienza e la coerenza del settore di attività del candidato con tutte le aree indicate nel bando come preferenziali.
Gianfranco Cattai, Presidente FOCSIV, riassume le motivazioni del premio: «La testimonianza cristiana nelle periferie del mondo è stato il criterio principale per la candidatura richiesto nel bando di partecipazione 2013. Questo per due ragioni: il cinquantesimo anniversario dell’Enciclica Pacem in Terris e il richiamo di papa Francesco per il quale “la Chiesa non è una ong: è un’altra cosa, più importante, e nasce da questa gratuità. Ricevuta e annunziata”.
La cerimonia di consegna si terrà a Roma la mattina del 7 dicembre, in coincidenza con la Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite (giunta alla ventesima edizione)
L'evento è realizzato in collaborazione con Fondazione Missio, il Forum del Terzo Settore ed in media partnership con Famiglia Cristiana e TV2000.