Pexels Marcus Aurelius Disabilità2
Governo

Disabilità, primo incontro delle associazioni con la ministra Locatelli

4 Novembre Nov 2022 1145 04 novembre 2022
  • ...

Caro bollette, riconoscimento del caregiver familiare e decreti attuativi della delega sulla disabilità i temi più urgenti portati sul tavolo della ministra Alessandra Locatelli

Primo incontro, ieri, tra la ministra per le disabilità Alessandra Locatelli e le federazioni più rappresentative delle persone con disabilità, Fish e Fand.

All’incontro per la Fish hanno partecipato il presidente Vincenzo Falabella e i vicepresidenti Silvia Cutrera e Antonio Cotura. La federazione ha espresso le preoccupazioni per la situazione economica in cui versano le persone con disabilità e le loro famiglie sollecitando e proponendo alla Ministra concreti interventi da inserire nel quarto Decreto Aiuti che dovrebbe essere approvato la prossima settimana, così da dare sostegno al potere di acquisto delle persone con disabilità e le loro famiglie. Altro tema l’aggiornamento al DEF per programmare la nuova legge di bilancio. Il presidente Falabella ha chiesto al ministro Locatelli di convogliare i finanziamenti necessari per rilanciare concretamente le politiche inclusive indispensabili per rispondere ai bisogni delle persone con disabilità.

Da sinistra Silvia Cutrera, Vincenzo Falabella, la ministra Alessandra Locatelli e Antonio Cotura

È stato poi affrontato il tema della Legge Delega sulla disabilità entrando nel merito dei decreti applicativi, chiedendo un immediato confronto con gli uffici che stanno lavorando alla stesura dei decreti. Si è affrontato anche un tema caro alla federazione, il riconoscimento della figura del caregiver familiare: proposta che da anni non riesce ad arrivare alla meta ma su cui c’è la necessità urgente di trovare risposte e diritti certi.

Anche Nazaro Pagano, presidente di Anmic e Fand ha incontrato ieri pomeriggio la ministra Locatelli. «Confidiamo che la sua esperienza nel sociale e nel settore dell’assistenza, già acquisite in passato, possa apportare un contributo prezioso ad un confronto costruttivo e concreto fra le associazioni della disabilità ed il Governo», ha detto Pagano. La discussione si è incentrata subito sui dossier più urgenti delle disabilità, fra i quali la ripresa dei lavori dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, la necessità di varare al più presto i decreti attuativi mancanti per avviare la legge delega, la piena attuazione della legge 112/2016 sul “dopo di noi” da finanziare adeguatamente e da realizzare su tutto il territorio nazionale. Ma anche il mancato adeguamento delle pensioni di invalidità e la questione tuttora irrisolta dei caregiver.


Foto Unsplash

Contenuti correlati