PATTERN Cover2022 10 WEB
Webinar

Esg, facciamo i conti con la esse corta

19 Dicembre Dic 2022 1658 19 dicembre 2022
  • ...

Genera ancora dibattito il numero di Ottobre di VITA, dedicato alla debolezza delle attività sociali in rapporto a quelle ambientali e di governance nei nuovi criteri di responsabilità di impresa. In collaborazione con Croce Rossa Italiana, la tematica è stata al centro di colloquio fra esperti, responsabili csr e dirigenti del non profit. Guarda i lavori

La “esse” fragile, ovvero la debolezza del “social” nell’acronimo Esg, continua a far parlare.

Così è stato anche in un webinar, riservato ai i volontari della Croce Rossa Italiana, siamo tornati a discuterne, dopo che alla tematica avevamo dedicato il numero dell’ottobre scorso di VITA (che potete ancora trovare qui).

Un webinar con alcune delle voci che avevano contribuito a quella riflessione sono tornate a ragionare con noi di quello che è uno quadro ormai riconosciuto da molti addetti ai lavori e non solo: nella sigla che ormai contrassegna la responsabilità di impresa, a fronte di un forte impegno sull’“environmental”, ossia sull’ambiente, e sulla “governance”, vale a dire nella gestione dell’impresa stessa, il “social” langue. Voci come quella di Filippo Adarii, fondatore e ceo di PlusValue, che ricerca e sviluppa soluzioni innovative per la creazione d’impatto sociale, e Serena Porcari, presidente e ceo di Dynamo Academy, realtà che forma aziende e non profit a percorsi di innovazione sociale.

Con loro interlocutori nuovi, come Serena Ceccarelli, csr manager di Sanofi Italia, ed Enrico Bellazzecca, ricercatore di Tiresia, il think tank del Politecnico di Milano, diretto da Mario Calderini e dedicato alla sostenibilità, e Vittorio Ferrero, presidente del Comitato Piemonte della Croce Rossa Italiana.

Accompagnati dal nostro caporedattore Giampaolo Cerri, gli ospiti hanno dato vita, a beneficio di un ampio uditorio di centinaia di volontari, di un dialogo capace di riportare il fenomeno nella sua interezza e di ridiscuterne vari aspetti, partendo ovviamente dalle proprie aree di azioni: profit o non profit che fossero.

Grazie alla disponibilità di Croce Rossa Italiana, potete rivedere il webinar integralmente

Contenuti correlati