Rosario Valastro Croce Rossa Italiana
Volontariato

Rosario Valastro nuovo presidente della Croce Rossa italiana

11 Gennaio Gen 2023 1524 11 gennaio 2023
  • ...

Il vicepresidente nazionale prende la guida dell'associazione dopo la decisione del presidente Francesco Rocca di candidarsi alla guida della Regione Lazio. Il ringraziamento al Capo di Stato, Mattarella, «punto di riferimento per il suo alto magistero a presidio della tutela della dignità dell’uomo»

Rosario Valastro è il nuovo presidente della Croce Rossa italiana, in attesa delle elezioni che si terranno entro 120 giorni e che daranno vita al nuovo consiglio direttivo nazionale. La nomina del vicepresidente nazionale dell’Associazione si è resa necessaria dopo la decisione dell’ormai ex presidente Francesco Rocca di candidarsi alla presidenza della Regione Lazio. Nella serata di ieri Valastro ha prestato il giuramento per il nuovo incarico, assumendo la guida dei 151.000 volontari e diventando il nuovo punto di riferimento per gli oltre 600 Comitati dell’associazione.

«Sono molto emozionato per questo incarico», dichiara il neo presidente della Cri. «Da giovanissimo, nelle vesti di volontario, entrai a far parte di questa associazione e ora mi trovo alla sua guida. So benissimo di avere una grande responsabilità nei confronti di una realtà tanto prestigiosa come la Croce Rossa italiana, dei Comitati territoriali, dei volontari e dei dipendenti. Donne e uomini della Cri, il mio impegno nei vostri confronti sarà in primis quello di ascoltarvi, perché credo che solo dal confronto diretto possano emergere le migliori soluzioni per il presente e il futuro della Croce Rossa. Rivolgo il mio più sincero saluto ai membri del consiglio direttivo nazionale, al Corpo militare ausiliario delle Forze armate della Cri e al Corpo delle infermiere volontarie, nostra storia e nostro presente, alla Consulta nazionale della Croce Rossa, con cui condividerò ogni passo per assicurare un periodo sereno ed efficace nei risultati. Ringrazio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nostro punto di riferimento, per il suo alto magistero a presidio della tutela della dignità dell’uomo. Garantisco che ci adopereremo affinché sia sempre orgoglioso dell’impegno e del lavoro svolto dalla Croce Rossa italiana».

Contenuti correlati