Persone

Carlo Borzaga, il Commendatore dell’imprenditoria sociale

12 Gennaio Gen 2023 1702 12 gennaio 2023

Il prestigioso titolo è stato conferito dal Presidente Mattarella al presidente emerito di Euricse e studioso della cooperazione e del Terzo settore. La comunicazione ufficiale, insieme alla croce di terzo grado appesa al nastro verde da portarsi al collo, è stata recapitata nei giorni scorsi direttamente a casa sua

  • ...
Prof Carlo Borzaga Ok
  • ...

Il prestigioso titolo è stato conferito dal Presidente Mattarella al presidente emerito di Euricse e studioso della cooperazione e del Terzo settore. La comunicazione ufficiale, insieme alla croce di terzo grado appesa al nastro verde da portarsi al collo, è stata recapitata nei giorni scorsi direttamente a casa sua

È stata una giornata importante, coinvolgente e, soprattutto, di grande emozione quella vissuta da Carlo Borzaga lunedì 9 gennaio, quando ha ricevuto il preziosissimo titolo di Commendatore della Repubblica Italiana. Riconosciuta a seguito di una lettera di nomina inviata nei mesi scorsi da colleghi e amici al presidente Mattarella, questa onorificenza - ricorda una nota - giunge al termine di una carriera ricca di importanti traguardi. Carlo Borzaga infatti, nella sua lunga storia di ricercatore, docente e imprenditore sociale, è stato un punto di riferimento nel dibattito pubblico italiano e non solo. Coniugando pensiero e azione, ha rappresentato e tuttora rappresenta una figura pubblica impegnata su temi di grande rilievo per lo sviluppo del nostro Paese, con una prospettiva che ha coniugato rigore accademico e attivismo sociale.

«Al di là del prestigioso riconoscimento, che mi fa immenso piacere, sono rimasto colpito da due aspetti», sono state le prime parole di Borzaga, «il primo, che il presidente della Repubblica firmando “di suo pugno” abbia apprezzato il mio lavoro sulla cooperazione in generale, e sull'impresa sociale in particolare; e il secondo, è che l'idea è venuta da amici e collaboratori di Euricse, cosa che ho interpretato come un gesto di stima e affetto nei miei confronti».

Nato nel 1948, Carlo Borzaga è stato professore senior dell’Università di Trento, ateneo per il quale ha presieduto - tra le altre funzioni ricoperte - l’Istituto Studi Sviluppo Aziende Nonprofit (Issan) dal 1996 al 2008, e successivamente ha fondato ed è stato presidente fino al maggio 2022 della Fondazione Euricse - European Research Institute on Cooperative and Social Enterprises, uno dei più qualificati centri di studi e di ricerca europei ed internazionali su economia sociale e cooperazione.
È generalmente riconosciuto come uno dei maggiori e più impegnati studiosi della cooperazione e del Terzo settore, avendo pubblicato centinaia di saggi, pubblicazioni e articoli accademici riguardanti il tema del mercato del lavoro, delle imprese sociali e cooperative, dei sistemi di welfare. Oltre a studiare e promuovere l'economia cooperativa, l'ha anche praticata, contribuendo a fondare e animare numerose organizzazioni, tra cui Villa Sant'Ignazio a Trento, una delle prime cooperative impegnate nel sociale, che ha presieduto per nove anni.

Borzaga ha inoltre partecipato attivamente alla costituzione di Federsolidarietà, la Federazione Nazionale delle Cooperative Sociali e del Consorzio Nazionale della Cooperazione Sociale - Cgm, di cui è stato amministratore. Dal 1989 al 1993 ha assunto la presidenza del Consorzio trentino della cooperazione sociale Consolida e nel 1996 ha fondato il primo master universitario in Italia in Gestione di Imprese sociali, tuttora attivo, grazie al quale oltre 450 giovani neolaureati hanno trovato occupazione nel settore non profit.

In qualità di studioso ed esperto ha svolto un'intensa attività di consulenza legislativa a livello nazionale, tanto da essere annoverato tra i "padri" delle più importanti leggi sulla cooperazione sociale (su tutte la l. 381/91), affiancando il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per la legge 68/1999 sul diritto al lavoro dei disabili, il Governo per la legge 155/2006 sull'impresa sociale, e il ministero del Lavoro per l'elaborazione della Legge delega 117/2017, la riforma del Terzo Settore.

Dal punto di vista locale, ha collaborato alla stesura della legge regionale del Trentino Alto Adige sulla cooperazione e la solidarietà sociale (l.r. 24/1988), e di altre leggi sulla disciplina degli interventi per prevenire e rimuovere gli stati di emarginazione (l.r. 35/1983) e per la promozione e lo sviluppo della cooperazione (l.p 15/1988).
È stato inoltre tra i fondatori dell'Associazione Italiana Economisti del Lavoro (Aiel) e ha collaborato a vario titolo e in diverse occasioni su temi legati all'economia sociale con la Commissione Europea, l'Organizzazione Internazionale del Lavoro (Ilo) e l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Oecd).

Nell'immagine in apertura Carlo Borezaga - foto da ufficio stampa

Contenuti correlati