Finanza sostenibile

Cooperazione salute, con Banca etica per nuovi piani di sanità integrativa

25 Gennaio Gen 2023 1707 25 gennaio 2023

L’accordo sul welfare inclusivo tra la società di mutuo soccorso di Confcooperative e l’istituto di credito prevede il rimborso del ticket o di una quota per le prestazioni private e non richiede questionari sanitari in ingresso. Quote ridotte per gli under 35

  • ...
Sanita Integrativa
  • ...

L’accordo sul welfare inclusivo tra la società di mutuo soccorso di Confcooperative e l’istituto di credito prevede il rimborso del ticket o di una quota per le prestazioni private e non richiede questionari sanitari in ingresso. Quote ridotte per gli under 35

Banca etica ha siglato un accordo con Cooperazione salute per offrire a clienti e soci una tutela sanitaria mutualistica. Le persone potranno scegliere tra i piani sanitari individuali e per la famiglia, mentre le organizzazioni e le imprese potranno scegliere tra le proposte a favore dei propri lavoratori e lavoratrici.

Ai piani potranno accedere tutti, non sono previsti questionari di buona salute preventivi. Per attivarli invece sarà necessario che il titolare non abbia compiuto ancora i 70 anni. Gli eventuali familiari del titolare possono avere anche un'età maggiore di 70 anni.

I rimborsi previsti dai piani – che includono esami e visite di ordinaria necessità anche per la prevenzione – riguardano sia il Servizio sanitario nazionale (il costo del ticket), sia i costi per prestazioni di sanità privata. Per gli under 35 è prevista una quota di adesione ridotta, ma per tutti il costo annuale dei piani sanitari sarà rateizzato su base mensile, per limitare l'impatto economico sui risparmi degli iscritti.

Per quanto riguarda la rete dei centri sanitari convenzionati, gli iscritti potranno segnalare i medici e i centri sanitari di maggior utilizzo per farli convenzionare e quindi poterli utilizzare con tariffari agevolati e con i rimborsi previsti nei piani sanitari. Le quote per aderire - che partono da 23 euro al mese - sono detraibili fiscalmente.

Per ogni piano sanitario sottoscritto è previsto un contributo solidale. Il 2% delle quote versate viene destinato annualmente a un’organizzazione dell’economia civile (l’1% a Banca etica e l’1% a Cooperazione salute).

Attualmente sono iscritte a Cooperazione Salute 3.500 cooperative, enti e aziende con oltre 316.000 iscritti. Cooperazione Salute vanta anche un Network proprietario in ambito socio-sanitario e odontoiatrico con più di 3.300 strutture convenzionate diffuse su tutto il territorio nazionale.

Maggiori informazioni sul sito www.bancaetica.it/prodotti/eticare/

Contenuti correlati