Solidarietà & Volontariato

Padova, firmata la convenzione per la “Capitale del Volontariato”

Al Pedrocchi c'è stata la firma del sindaco Sergio Giordani e della direttrice dell'European volunteers center Gabriella Civico. Alla presentazione anche il presidente del Csv Padova Emanuele Alecci, anima della candidatura e Vita, che sarà al fianco della città per raccontare questo triennio

di Lorenzo Maria Alvaro

È stata firmata la convenzione per “Padova Capitale europea del volontariato 2020”.

Nella splendida cornice del Bar Pedrocchi c'è stata la conferenza stampa con cui il Comune del capoluogo euganeo e il Centro Servizio Volontariato di Padova hanno presentato il progetto.

«Abbiamo individuato sette aree di approfondimento che accompagneranno la discussione e la creazione del palinsesto per il 2020: Povertà e nuove emarginazioni, Salute e benessere, Cultura e istruzione, Tecnologia e innovazione, Ambiente e urbanistica, Economia e sviluppo sostenibile, Pace e diritti umani», sottolinea il presidente del Csv Emanuele Alecci.

Le iniziative coinvolgeranno associazioni, istituzioni, cittadini e imprese. «Uno dei momenti culmine del percorso di avvicinamento al 2020 sarà la seconda edizione di «Solidaria», il Festival del Csv Padova che dal 23 al 29 settembre proporrà il tema “Sconfinamenti”», continua Alecci che sottolinea: «è una grande occasione, quello su cui lavoriamo è un progetto triennale che inzia oggi, per vivere il 2020 e poi lasciare un eredità importante nel 2021. Non vogliamo che sia una vetrina ma un vero laboratorio».

Come Capitale del volontariato, Padova punta a sviluppare un progetto «per riqualificare e rigenerare alcune aree urbane, a valorizzare le opportunità culturali, artistiche e sociali già presenti sul territorio, a tessere una rete di sinergie tra le tante realtà del volontariato e a costruire una scuola nazionale di “narrazione sociale”», ha spiegato il sindaco Sergio GIordani.

La raccolta di idee lanciata dal Csv finora ha ricevuto 43 progetti: 18 per preparare il percorso verso le celebrazioni del 2020, 25 per rafforzare le associazioni che nel 2020 vedranno incrementare il carico di lavoro.

Al tavolo della firma, insieme a Comune e Csv e alla direttrice dell'European volunteers center Gabriella Civico, c'era anche VITA che ha presentato il progetto dei Social District, un racconto che viaggerà per l'Italia raccontando nuovi modelli e che è partita proprio da Padova e con il suo laboratorio a cielo paerto del quartiere Arcella.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA