Salute

Lotta all'Aids, caro Berlusconi è venuta l'ora di mantenere gli impegni

11 Dicembre Dic 2009 0100 11 dicembre 2009

  • ...
  • ...

Fondo Globale/1. Alla riunione del G8?
?«il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi si era assunto l'impegno di versare entro agosto la quota che l'Italia deve al Fondo globale per la lotta all'Aids. alla tubercolosi e alla malaria. Manca ormai solo un mese alla fine del 2009 e il nostro Paese rimane l'unico del G8 a non aver versato nemmeno una parte di quanto promesso e non si prevede che lo stanziamento accada a breve, visto che in Finanziaria non ce n'è traccia. Il ritardo o addirittura il mancato pagamento rischia di compromettere seriamente la credibilità del nostro Paese all'interno del Fondo globale e della comunità internazionale, e pregiudica la somministrazione delle necessarie terapie antiretrovirali, esponendo a maggiori rischi le milioni di persone affette dall'Hiv».
Sono le parole pronunciate da Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid in occasione della Giornata mondiale contro l'Aids. Scooperation le fa sue nella speranza che serva a qualcosa. Wishful thinking.


Fondo Globale/2. Unicef Italia ha lanciato?
?la campagna «Non toccate il Fondo» per chiedere al governo di versare il suo contributo al Global Fund per l'Aids, tubercolosi e malaria, come annunciato lo scorso luglio nel corso del vertice del G8 all'Aquila. All'appello mancano oltre 200 milioni di dollari "made in Italy", ovvero tutta la nostra quota di quest'anno. Intanto lo Zimbabwe riceverà circa 180 milioni di dollari dal Fondo globale dell'Onu, dov'è bene ricordare l'Italia ha un seggio nel board. La prima tranche del prestito "non made in Italy" arriverà a gennaio del prossimo anno in base all'accordo firmato dal governo di Harare con il Fondo globale. Salvi almeno 150mila bambini sieropositivi.
Good News/1

La Commissione europea ha aperto...
?un credito di 200 milioni di euro per lo sviluppo energetico nell'ambito del Forum Ue-Africa e Caraibi (Acp). Lo ha annunciato in un comunicato la stessa Commissione lo scorso primo dicembre, spiegando che lo scopo a lungo termine del prestito è di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio dell'Onu per la lotta alla povertà.
Good News/2