Inga Kjer:AFP:Getty Images Natale
Natale

Sotto l'albero mettete la solidarietà

4 Dicembre Dic 2015 1619 04 dicembre 2015
  • ...

Tantissime le occasioni per rendere le feste un'occasione per ricordarsi degli ultimi. Dalle onlus tante proposte per regali utili, originali, ma soprattutto solidali. Qui trovate un elenco, certo non esaustivo, delle iniziative in corso

Temporary shop, mercatini, pacchetti di Natale nei negozi di diverse catene, ma anche campagne ad hoc e siti internet speciali, senza tralasciare i classici banchetti nelle piazze. Il periodo natalizio è considerato dalle onlus uno dei momenti più propizi dell’anno per la raccolta fondi e la sensibilizzazione di un vasto numero di persone. A Natale si suppone che si sia tutti più buoni e generosi ed è in questo periodo che la fantasia dei fundraiser per così dire si scatena.

SHOPPING SOLIDALI
Un fenomeno in espansione è quello dei temporary shop, un’evoluzione dei classici mercatini. A Milano in piazza Gae Aulenti sarà possibile sostenere Dynamo Camp grazie al Christmas Shop aperto da Pro Dynamo (società commerciale che devolve il 100% dei suoi utili ai progetti di Fondazione Dynamo e in particolare al camp di Terapia ricreativa). Per tutto il mese di dicembre al Dynamo Christmas Shop è possibile trovare trovare t-shirt, polo, giacche tecniche per attività outdoor, borse e accessori da viaggio in puro cotone, cappellini, calzini, sci, caschi da bici, orologi e articoli regalo.

Disponibili anche cesti natalizi con frollini, miele, succo di mirtillo, confetture, vino, pasta, provenienti dal territorio in cui sorge Dynamo Camp (appennino pistoiese). Cesti e gadget, per chi non è a Milano possono essere ordinati anche online al sito dedicato. Il punto caffetteria, aperitivi e cocktail del Dynamo Christmas Shop è disponibile su richiesta anche per eventi aziendali (andrea.romei@prodynamo.com)

Sempre a Milano, fino alla vigilia di Natale, è disponibile il Temporary Shop di Aibi, Amici dei Bambini che propone il suo shop natalizio “Il Bello che fa Bene”. Tutti i giorni, dal mercoledì alla domenica dalle ore 11 alle 19, in piazza San Fedele 1/3 si potranno scegliere regali tra i tanti prodotti messi a disposizioni dai grandi marchi per uno shopping solidale che da anni vanta la collaborazione di importanti aziende solo per citarne alcuni i cubotti e i panettoni del Paniere Serafini, zuccheriera, spremiagrumi e i cestini Alessi e poi non mancano i prodotti della linea Aibi come t-shirt e agendine. L’opportunità di acquistare doni che regalano un aiuto ai bambini abbandonati non è data solo ai milanesi, grazie alla vetrina virtuale dell’AiBishop si potranno fare gli acquisti online.

Nella sede di piazza Solferino a Torino, Fondazione Paideia ha aperto il suo tradizionale Christmas Shop. Fino al 23 dicembre (ore 10,30 – 19,30) si potranno scegliere tanti regali heart-made (fatti con il cuore) e altre idee solidali selezionate da “La Mezzaluna”. Le donazioni ricevute sono finalizzate alla costruzione di due stanze di logopedia all’interno del Centro Paideia, una struttura di circa 3mila mq in via Moncalvo a Torino che la Fondazione si è impegnata a realizzare e la cui inaugurazione è prevista nel 2017.

Giunge alla sua quindicesima edizione il Mercato della Solidarietà di Fondazione Exodus che per tre giorni al Palazzo dei Giureconsulti di Milano (piazza Mercanti, 2) da venerdì 11 a domenica 13 dicembre offre una vasta scelta di oggetti di ogni genere, dall’abbigliamento ai libri, prodotti alimentari e strenne natalizie con tante idee regalo alternative per tutti i gusti. IL ricavato dell’iniziativa sarà devoluto al sostegno delle attività in Italia e all’estero di Fondazione Exodus.

NELLE PIAZZE
Accanto ad abeti, pini e vischio una delle piante simbolo delle feste sono le Stelle di Natale (Euphorbia pulcherrima nota anche come Poinsettia) che da oltre un quarto di secolo sono uno dei simboli che Ail – associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma porta in oltre 4mila piazze italiane ai primi di dicembre. La XXVII edizione delle Stelle di Natale Ail è in programma nei giorni dal 5 all’8 dicembre. Migliaia i volontari nelle piazze che offriranno le Stelle di Natale a fronte di un contributo minimo associativo di 12 euro. I fondi raccolti saranno impegnati nella ricerca scientifica, nel gruppo Gimema, nell’assistenza domiciliare, nella realizzazione delle Case Alloggio Ail e nel supporto dei centri di ematologia e trapianto e promuovere la formazione e l’aggiornamento professionale dei medici. Lo scorso anno sono stati raccolti oltre 6 milioni e 660mila euro.

Sabato 12 e domenica 13 dicembre Fondazione Mission Bambini ripropone le Piazze del cuore. La manifestazione che da nove anni ha un obiettivo: raccogliere fondi a favore del progetto Cuore di Bimbi che negli ultimi otto anni ha permesso di operare e salvare 1.373 bambini gravemente cardiopatici mentre quasi 11mila sono stati visitati da medici specializzati. I volontari di Mission Bambini offriranno i panettoncini “Soffice cuore” in oltre 200 piazze italiane. Per scoprire la piazza più vicina (qui)

Nei weekend di dicembre saranno nelle piazze i volontari di Fondazione Ant che offriranno le Stella di Natale a fronte di una donazione per sostenere l’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai malati di tumore e i progetti di prevenzione oncologica che la Fondazione posta avanti su tutto il territorio nazionale. Per conoscere le piazze e le date in cui incontrare i volontari ai banchetti e gli altri eventi di solidarietà online www.ant.it

VIRTUALI MA NON TROPPO
La formula è semplice: fare un regalo direttamente a chi si vuole aiutare, versando alla onlus prescelta il corrispettivo di un dono per la persona cara e a questa far arrivare un biglietto, o un e-card natalizia in cui si spiega il gesto. A scegliere questa formula sono diverse ong e organizzazioni che hanno progetti di cooperazione in corso nei paesi del sud del mondo. Gli slogan sono semplici: lista dei desideri, regali solidali, regali per un sogno… a aver scelto questa formula sono per esempio:

ActionAid che dal sito ad hoc invita “A Natale dai vita a un sogno” e l’offerta fatta servirà a procurare: cibo, istruzione, assistenza sanitari, acqua e igiene per realizzare il sogno di un bambino: una vita migliore. I donatori possono optare per una cartolina o un e-card personalizzata.

Ciai con la formula “Fai anche tu un regalo solidale” suggerisce di donare una mucca ad una donna indiana, una zanzariera a un bambino in Burkina Faso, una gallina a una famiglia in Cambogia e tanto altro, i doni sono suddivisi per categorie: istruzione, salute, lavoro e animali. Due i progetti di cooperazione cui è dedicata la campagna Natale 2015: il primo a favore della salute materno infantile nel distretto di Mondulkiri in Cambogia e il secondo in Burkina Faso per lo sviluppo di scuole (nella foto a fianco una delle immagini utilizzate).

Save the Children ha scelto lo slogan “Non basta il pensiero” e invita in occasione del Natale a regalare qualcosa a chi ha già tutto, donando qualcosa a chi non ha niente e nella lista dei regali si possono trovare vaccini, kit scolastici, visite pediatriche e kit nascita. Un’ampia scelta di doni è disponibile sulla lista dei desideri

WeWorld che invita a “regalare” una culla termica, o un sacco di riso da 50 kg perché spiega la pagina online dedicata: una donazione è il regalo più bello perché cambia la vita di tante persone. Si trasforma nella culla termica che tiene al caldo un bimbo appena nato, nel libro che permette a una bimba di studiare e di sognare, nel sostegno medico e psicologico che ridà speranza a una donna vittima di violenza.

L’invito al sostegno solidale online arriva anche dalla Lega del Filo d’Oro che per questo Natale ha scelto la formula del Calendario dell’Avvento: un albero di Natale con tante palle che corrispondono ai giorni che prcedono il 25 dicembre e cliccando su ogni giorno è possibile scoprire una storia e un’opportunità per sostenere la Lfo attraverso donazioni, sostegni a distanza, regali come il braccialetto personalizzato con le frasi di Sabina Santilli, fondatrice della Lega del Filo d’Oro.

UN NATALE PER LA RICERCA
Oggetti di design per sconfiggere il cancro, è questa la proposta di Love Desing per Airc, l’evento che ha come leit motiv “Cancro facciamolo sparire” e che ogni due anni viene presentato dal Comitato Lombardia di Airc con Adi (Associazione per il disegno industriale). Quest’anno l’appuntamento è a Milano dall’11 al 13 dicembre alla Fabbrica del Vapore (via Procaccini 4 ore 10-21)

Aism, associazione italiana sclerosi multipla invita a sostenere la ricerca anche a Natale facendo una donazione a favore dei progetti che l’associazione con la sua fondazione Fism sta sostenendo, basi pensare che solo negli ultimi tre anni sono stati investiti 15 milioni di euro per finanziere ricercatori, progetti e borse di studio. Anche quest'anno, inoltre, per sostenere la lotta alla sclerosi multipla ritornano le stelle, simbolo del Natale Aism che quest'anno sono di feltro bianco e rosse da appendere all'albero di Natale ma anche di cioccolato da regalare alle persone care. L'offerta parte da 2 euro per stella di pannolenci e di 6 euro per quelle di cioccolato. Per scoprire tutte le iniziative Aism di Natale qui

UN MONDO DI PACCHETTI
Andando a far la spesa in alcune catene a marchio è possibile incontrare dei volontari che impacchettano gli acquisti fatti: in questo modo vengono raccolti fondi e distribuito materiale informativo. A proporre questa formula sono per esempio Coopi che ha lanciato la campagna “Carta, nastri e solidarietà” e Cesvi i cui volontari sono presenti nei punti vendita Mondadori e Sephora per sostenere la campagna “Fermiamo l’Aids sul nascere” in Zimbabwe e nella RD del Congo

E PERCHÉ NON UN LIBRO
I libri sono una delle classiche strenne natalizie e a proporli sono Aisac e Fondazione Francesca Rava Nph Italia.
Il primo volume è un libretto dedicato ai bambini per comprendere l’acondroplasia “Non troppo grande… non troppo piccolo… ” illustrato e scritto da una coppia di genitori di una bimba con nanismo e la cui traduzione è stata curata proprio da Aisac onlus (per approfondire news ). Online il modulo per ordinarlo.

È un’anteprima invece la proposta di Fondazione Francesca Rava: il reportage fotografico di Stefano Guindani, frutto di due anni trascorsi in nove paesi dell’America Latina dove si trovano le case di Nph (Nuestros Pequenos Hermanos) in occasione del sessantesimo anniversario dell’organizzazione rappresentata in Italia dalla Fondazione. “Do you know?” edizioni Skira è un libro fotografico, prezioso e intenso che permette un viaggio per conoscere la realtà dei Paesi visitati. Il libro - che sarà nelle librerie da gennaio 2016 - è disponibile in anteprima fin da ora nella sede della Fondazione (viale Premuda 38/a a Milano - tel. 02.54122917) ordinabile online qui. Inoltre, il 14 dicembre potrà essere acquistato con una donazione a partire da 59 euro nel corso di una serata a Leica Gallerie di Milano.

PARTNERSHIP
Sos Villaggi dei Bambini
per questo Natale ha scelto un campagna che vuole sensibilizzare sull’importanza di sostenere gli 80mila bambini privi di cure accolti nei Villaggi Sos di 134 Paesi del Mondo. Il concept è “impacchettare” baci, abbracci, cure e istruzione con immagini che richiamano in modo immediato il valore dell’aiuto offerto. E sempre in tema di “baci”, legata alla campagna #BaciDaSarajevo che prosegue fino al 5 dicembre con il numero solidale 45593 è un’iniziativa con Baci Perugina: i famosi cartigli dei cioccolatini sono stati riprodotti i disegni dei piccoli ospiti del Villaggio Sos di Sarajevo che si trovano in una special edition natalizia dei Baci Perugina.

La campagna che impacchetta gli abbracci

Per il Natale di Fondazione Arché, tra i doni del Catalogo di Natale dove poter scegliere tra tante idee regalo il cui ricavato sarà devoluto al progetto “Arché in Ospedale” di Milano, Roma e San Benedetto del Tronto, o a un altro progetto a scelta c’è anche un Pacco Dono Eataly contenente un assortimento di prodotti di alta qualità dell’enogastronomia tradizionale italiana.

Contenuti correlati