Agesci Croci
Agesci

Scout costruttori di ponti #daLampedusaalBrennero

26 Maggio Mag 2016 1522 26 maggio 2016
  • ...

Un'iniziativa che vede rover e scolte impegnati ai due estremi d'Italia a Lampedusa dove partecipano all'incontro "Riflessi sul mare". Mentre al confine austriaco arriveranno le croci realizzate con il legno recuperato dai barconi e una di queste sarà consegnata a una delegazione di scout austriaci

Da Lampedusa al Brennero sono questi gli estremi geografici dell’ultima iniziativa dell’Agesci. L’associazione degli scout cattolici italiani, infatti, da giovedì 26 a domenica 29 maggio dà vita a un’iniziativa che nelle intenzioni degli organizzatori vuole essere un modo per dar seguito all’esortazione che Papa Francesco ha rivolto all’associazione poco meno di un anno fa. Era il 13 giugno del 2015 quanto in piazza San Pietro il pontefice ha rivolto ai giovani l’invito “Voi fate ponti!”.

Sono 16 i Rover e le Scolte della Sicilia – ragazzi tra i 16 e i 21 anni – che a Lampedusa si confrontano sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza partecipano all’incontro “Riflessi sul Mare” (in allegato la locandina dell’evento). Sarà anche l’occasione per scrivere un appello all'Europa #pontinonmuri - Lettera all'Europa che vorremmo. Il documento sarà consegnato al Contingente italiano che parteciperà al Roverway in Francia nel mese di agosto.

I rover e le scolte che partecipano all'incontro di Lampedusa. In apertura le croci che dall'isola arriveranno al Brennero

I Rover e le Scolte incontreranno i rappresentanti della Marina Militare e alcune persone chiave che da anni, sulla piccola isola, si impegnano per una diversa umanità. Sono stati invitati, infatti, a partecipare il sindaco Giusy Nicolini e Pietro Bartolo.

#daLampedusaalBrennero, questo l’hashtag dell’iniziativa che può essere seguita anche su Facebook.
A Bolzano sabato 28 maggio si terrà invece un evento di formazione per dare attuazione a quanto contenuto nell'Appello per un'Europa solidale, il documento fatto proprio dal Consiglio generale dell’Agesci in cui accanto a ribadire, tra le altre, la richiesta per la creazione di corridoi umanitari per i profughi, la revisione del trattato di Dublino gli scout dell'Agesci si impegnano a mettersi in gioco personalmente «ci impegniamo a essere i primi ad accogliere», si legge dell’appello e ancora: «Ci impegniamo a promuovere seriamente le economie dei Paesi di provenienza dei migranti, anziché soffocarle» e a «ripensare e cambiare il nostro stile di vita che, per molti aspetti, non è compatibile con il benessere di tutta l’umanità».

Alle ore 9 nel Centro pastorale il Vescovo di Bolzano -Bressanone benedirà tre croci arrivate da Lampedusa, realizzate con il legno recuperato dai barconi usati dai migranti. Nel pomeriggio una delegazione partirà con due delle tre croci per il passo del Brennero.
Una croce, verso le ore 17, nel piazzale antistante la chiesa di Brennero, sarà consegnata, come un testimone, a un gruppo di scout austriaci.
L’altra andrà alla parrocchia di Brennero, che si estende al di qua e al di là del confine.

Contenuti correlati