Elisa Sednaoui By Neil P
Persone

La fondazione di Elisa Sednaoui prende casa a Bra

20 Settembre Set 2016 1243 20 settembre 2016
  • ...

La Elisa Sednaoui Foundation, la fondazione creata dalla modella e attrice ha aperto in Italia il suo “quartier generale”: è a Bra, in Piemonte. La fondazione sostiene progetti creativi per bambini, in collaborazione con i Punti Luce di Save the Children

La Elisa Sednaoui Foundation, la fondazione creata dalla modella e attrice ha aperto in Italia il suo “quartier generale”, la prima sede in Europa. È a Bra, in Piemonte, dove l’attrice (nata a Savigliano da madre italiana e padre egiziano) ha frequentato il liceo linguistico, dopo aver trascorso l’infanzia in Egitto.

L’impegno di Elisa e della sua Fondazione, nata a Luxor nel 2013, è quello di «creare un modello di centro culturale che offra corsi doposcuola per bambini dai 6 ai 16 anni, corsi che si concentrano sull’arte in senso largo, dalla recitazione alla pittura, alla fotografia, alla musica, alla cucina, al riciclaggio, passando anche da due aspetti più tradizionali dell’educazione: le lingue straniere e l’alfabetizzazione». In una parola, come si legge nella home page del sito, confrontarsi con la diversità in modo ludico ("playful cultural exchange") per costruire abilità di vita ("life skills").

Formazione a Roma

Il suo primo progetto è partito a Luxor, in Egitto, dove in questi giorni ha preso il via il secondo semestre del Funtasia Cultural Centre, ma l’Italia stava nel cuore di Elisa fin dalla nascita della sua fondazione. Voleva portare anche qui la sua idea, «un centro che non sarebbe destinato, come la gente ha tendenza a pensare, solo a bambini cosiddetti “svantaggiati”, ma vorrebbe essere come una vera alternativa, un’opzione, un luogo dove andare, per divertirsi, per essere bambini… di qualsiasi ceto sociale», aveva detto un anno fa, nelle interviste da madrina della mostra del cinema di Venezia 2015.

Conferimento della cittadinanza onoraria

Già a maggio 2016, la ESF ha realizzato delle prime attività in Italia, proprio a Bra. Lo ha fatto in partnership con Save the Children, il Comune e Partnership for Youth Empowerment (PYE). La Fondazione ha sostenuto e realizzato una settimana di “creative learning experiences” per140 studenti e ha formato come facilitatori 30 adulti, ovvero 10 docenti delle scuole e 20 educatori, tra cui alcuni facilitatori dei Punti Luce di Save the Children. Sabato 17 settembre Elisa Sednaoui ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Bra (in foto) «per promuovere e valorizzare la creatività e i talenti dei più giovani come mezzo di affermazione e riscatto». L'attività della sua fondazione e la partnership con Save the Children continua: questa mattina è in corso la seconda formazione di adulti, in Italia, a Roma, al Punto Luce di Torre Maura (in foto).

Contenuti correlati