Mensa OSF
Opera San Francesco

Insieme a San Francesco Oggi: la festa della solidarietà si tinge di rosa

3 Ottobre Ott 2016 1723 03 ottobre 2016
  • ...

Il tradizionale mese di eventi e incontri promossi da Osf in onore del Santo di Assisi quest'anno è dedicato alle donne: quelle povere e in difficoltà che si sono rivolte alla onlus sono cresciute del 6%. Il 13 ottobre "Sorelle Voci" con il coro Didone e domenica 23 ai fornelli per il tradizionale pranzo benefico ci saranno "Grandi cuoche all'opera"

“Insieme a San Francesco Oggi” è il tradizionale mese di appuntamenti che nel nome del santo di Assisi viene organizzato da Opera San Francesco per i Poveri per far conoscere e riscoprire gli insegnamenti del Poverello che ogni giorno animano l’attività di Osf a favore di emerginati e persone in difficoltà. Quella che prende il via oggi, lunedì 3 ottobre, vigilia di San Francesco, è la dodicesima edizione dell’iniziativa che prevede un mese ricco di eventi, momenti di cultura e intrattenimento che invitano a pensare. Ottobre diventa anche occasione, ricorda una nota, di riunione di un numero sempre più grande di fedeli, benefattori, volontari, amici e dipendenti attorno a Osf e alla fraternità dei Cappuccini di viale Piave.

Il primo appuntamento è la “Celebrazione del Transito di San Francesco d’Assisi” (3 ottobre ore 20,45) nella chiesa dei Cappuccini, dove sabato 8 ottobre sarà celebrata a messa solenne in onore di San Francesco (ore 18). Nello stesso weekend, 8 e 9 ottobre al Muba si svolgeranno i laboratori per bambini “Impariamo a fare il pane”.

A caratterizzare questa dodicesima edizione di “Insieme a San Francesco Oggi” è il suo tingersi di rosa, al centro di diversi eventi, infatti ci sarà la figura femminile. Una scelta non a caso. Sono infatti aumentate del 6% nell'ultimo anno le donne che si sono rivolte a Osf, italiane e straniere, spesso sole e senza reti parentali. Un'utenza fragile, segnata da storie di miseria ed esclusione, doppiamente emarginata, perché povera e perché donna (qui l’articolo sul bilancio sociale di Osf che ha messo in evidenza l’aumento della presenza femminile in Osf). Si tratta di un’utenza femminile fragile e a rischio, segnata da storie di povertà e esclusione: donne italiane e straniere, spesso sole e senza reti parentali, per le quali è ancora più difficile uscire dalla condizione di indigenza.

Coro Didone (foto DeGiuli)

E sarà al femminile l’evento di giovedì 13 ottobre, alle 20.30, quando la Chiesa dei Frati Cappuccini di Milano (viale Piave 2) ospiterà un suggestivo evento corale. Lo spettacolo si intitola “Sorelle Voci” e vedrà esibirsi il Coro Didone della Rete Culturale Cantosospeso, un ensemble costituito da 24 voci femminili diretto dal maestro Martinho Lutero Galati De Oliveira. In programma, oltre ad alcuni brani della tradizione popolare, anche la “Messe des pêcheurs de Villerville” di Gabriel Faurè e André Messager per coro femminile e orchestra da camera. L’evento è gratuito e aperto a tutti (prenotazione consigliata allo 02.465467467).

Viviana Varese, una delle sette chef protagoniste di "Grandi Cuoche all'Opera"

Di rosa si tinge anche il tradizionale pranzo benefico di Osf che viene organizzato in collaborazione con Identità Golose. Stiamo parlando di Grandi cuochi all’opera che nell’edizione 2016 è diventato “Grandi cuoche all’opera”. Chi parteciperà, domenica 23 ottobre all’evento potrà assaggiare “tutta la bontà della cucina femminile”, saranno, infatti sette donne chef le protagoniste tra i fornelli. Cristina Bowerman, Alice Delcourt, Loretta Fanella, Marta Grassi, Serenella Medone, Roberta Pezzella e Viviana Varese sono le generose firme di questo pranzo benefico, il cui ricavato è interamente devoluto al sostegno della mensa, che ogni giorno accoglie migliaia di persone in difficoltà. «Anche quest’anno con Grandi Cuoche all’Opera creiamo l’occasione di aprire la nostra Mensa a tutti coloro che vogliono sostenere le nostre attività per i più poveri» dice Padre Maurizio Annoni presidente di Osf. «Sarà un momento speciale per stare con chi condivide con noi il valore dell’accoglienza e della solidarietà. A partire dalle grandi Chef che gratuitamente si prestano per questo evento».

Il pranzo benefico è aperto al pubblico e si svolgerà nella mensa dei poveri di corso Concordia (che alla domenica non svolge la sua abituale attività), per partecipare, con una donazione minima di 100 euro a persona, occorre prenotare allo 02.77122466. Le donazioni raccolte saranno interamente destinate al sostegno della mensa cui ogni giorno si rivolgono migliaia di persone in difficoltà. Basti considerare che nel 2015 sono stati offerti 794.458 pasti (oltre 2.500 al giorno).

Sempre domenica 23ottobre, è prevista l’apertura straordinaria del Museo dei Cappuccini (ore 10 – 18,30) con l’iniziativa dal titolo “L'arte nutre lo spirito e il corpo”, mentre martedì 25 alle 20.30 è in programma all'Auditorium Santa Chiara nell'arte. Percorso tra le immagini della spiritualità femminile, a cura della dottoressa Rosa Giorgi, direttrice del Museo dei Cappuccini.

Due gli appuntamenti con il cinema: si inizia mercoledì 19 ottobre, alle ore 20,30 in Auditorim, con "Quartet" di Dustin Hoffman, trasposizione cinematografica di una pièce teatrale di Ronald Harwood, riunisce un cast di attori eccellenti per raccontare una storia delicata e romantica su quattro ospiti di una casa di riposo per artisti nella campagna inglese che organizzano uno spettacolo di beneficenza e si chiude gioedì 27 ottobre con "Il Sale della terra" di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, ispirato alla fotografia di Sebastião Salgado, un monumentale documentario sullo splendore di madre natura e sull'irragionevolezza umana che rischia di spegnerla. Le proiezioni sono a ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento dei posti (te. 02.77122466).

Contenuti correlati