Getty Images 158396224
Solidarietà

Napoli, arriva il giocattolo sospeso

15 Dicembre Dic 2016 1042 15 dicembre 2016
  • ...

L'iniziativa è promossa dall’assessorato ai giovani e da quello delle pari opportunità del comune di Napoli. Per Natale comprare un gioco e lasciarne un altro pagato per un bimbo che non può permetterselo

Tutto è nato con il caffè sospeso. A Napoli la tradizione vuole che quando un cliente ordina un caffè sospeso, si trova a pagarne due pur ricevendone uno solo. In questo modo, quando una persona bisognosa entra nel bar può chiedere se c'è un caffè sospeso: in caso affermativo, riceve la consumazione di una tazzina di caffè come se gli fosse stata offerta dal primo cliente.

Sempre a Napoli a Maggio 2015 anche l’acido folico e la vitamina B12, necessari alle donne durante i mesi della gravidanza, sono diventate “sospese” in farmacia per quelle più povere affinché non sia loro negato l’accesso alla prevenzione e tutela del feto in Terra dei Fuochi.

E visto che la solidarietà è contagiosa l’assessorato ai giovani e l’assessorato alle pari opportunità del comune di Napoli, promuove un’iniziativa per i più piccoli: il giocattolo sospeso. Comprarne un gioco e lasciarne un altro per un bimbo che non può permetterselo.

La persona sceglie un regalo, lo paga, gli viene rilasciato uno scontrino di cortesia e scrive il suo nome in un apposito registro tenuto in negozio. Chi invece vuole ritirarlo dovrà consegnare al negoziante una fotocopia del proprio documento d’identità valido.

«Ci sentiamo di dare anche noi il nostro contributo verso quelle persone e quei bambini che a Natale si aspettano qualcosa sotto l'albero e magari non possono permetterselo» ha speigato Rosario Ferrara della Girandola. Negozio di Giocattoli di via Toledo dove il 13 dicembre è stata presentata l'iniziativa.

«Una bellissima iniziativa che sosteniamo e condividiamo», ha commentato il sindaco della città Luigi de Magistris. «Di solidarietà, di amore e di dono, come è e deve essere il Natale nella nostra città; pensare sempre a chi sta in difficoltà. Quindi davvero complimenti».

Sul sito web del comune di Napoli è pubblicato l'elenco dei negozi che hanno già aderito all'iniziativa con tutte le modalità per chi vuole appoggiare l'iniziativa.

Contenuti correlati