Unità Mobile Progetto Arca 1
Progetto Arca

#EmergenzaFreddo al via la campagna

20 Gennaio Gen 2019 1613 20 gennaio 2019
  • ...

Attivo fino al 10 febbraio il numero solidale 45584. Enzo Iachetti, testimonial della raccolta fondi a sostegno delle attività in favore delle persone senza dimora ricorda: «Nessuno deve essere lasciato solo». Quest'anno potenziati i servizi di accoglienza e le Unità di strada attivi H24

È iniziato con un potenziamento dei servizi dedicati alle persone senza dimora l’inverno 2019 di Fondazione Progetto Arca. Centri di accoglienza e assistenza in strada H24 (vedi news) con l’obiettivo di aumentare in quantità e qualità il sostegno e l’ospitalità alle persone fragili e che vivono ai margini, in particolare a Roma e Milano dove si registrano i numeri più alti, puntando all’abbandono della strada e, infine, al reinserimento sociale.

E proprio per sostenere il consolidamento di queste attività, Progetto Arca lancia la campagna #EmergenzaFreddo a sostegno dei senzatetto: da domenica 20 gennaio al 10 febbraio è attivo il numero solidale 45584; in particolare si potranno donare 2 euro con un sms da cellulare personale Wind Tre, Tim, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali; il valore della donazione sarà di 5 euro per ogni chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile e di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

Gli sms donati si trasformeranno in un pasto caldo servito in un centro di accoglienza per persone sole; oppure in un “kit freddo” contente coperte, scaldamani e scaldapiedi distribuito durante le Unità di Strada in un soccorso notturno; in un set igienico con prodotti per l’igiene personale e biancheria per una donna ospite di una macro comunità; in un pacco di vari alimenti consegnato a casa di una famiglia indigente.

Anche in occasione della campagna #EmergenzaFreddo 2019 Enzo Iacchetti, da anni impegnato a fianco di Progetto Arca, invita a sostenere l’iniziativa: «Fame, freddo e solitudine sono i peggiori nemici di chi vive in strada. Affrontiamoli insieme, nessuno deve essere lasciato solo».

Contenuti correlati