Cioccolatini Umani A Milano Per Progetto Arca
Progetto Arca

Umani a Milano, diventa un reading e va in scena

18 Febbraio Feb 2020 1446 18 febbraio 2020
  • ...

Due spettacoli il 22 febbraio a Legnano (Mi) e il 6 marzo a Milano portano a teatro letture, immagini e musica tratti dal libro curato da Stefano D’Andrea e Bianca Borriello. Saranno proiettati i volti ritratti nel volume fotografico che raccoglie anche i racconti delle persone senza dimora e dei volontari di Progetto Arca. Le serate saranno accompagnate dalla musica degli Euf e di Edda

Lo scorso anno un libro di fotografie accompagnate dal racconto in prima persona di chi era ritratto ha fatto scoprire anche ai più distratti il mondo del senza dimora e delle storie intrecciate con i volontari e gli operatori di Progetto Arca. Ora quello stesso libro è diventato uno spettacolo i cui ingredienti sono ancora i ritratti e le storie suggestive, ma anche la musica. Ideato per invitare gli spettatori a fermarsi un momento a conoscere, riflettere e guardare oltre le apparenze. Quelal che viene proposta nelle due date in programma è un’esperienza immersiva per chiunque desideri provare a entrare nella realtà di chi non ha una casa e vive la realtà della strada.

Questo lo spirito alla base dei due appuntamenti intitolati “Umani a Milano a teatro per Progetto Arca”, a ingresso libero, organizzati sabato 22 febbraio, alle ore 16, al Cinema Sala Ratti di Legnano (dettagli in agenda online) e sabato 7 marzo, elle ore 21, al Circolo Il Serraglio di Milano (dettagli in agenda online).

Il giornalista Stefano D’Andrea insieme alla storyteller Bianca Borriello interpretano dieci storie di persone senza dimora tratte dal libro fotografico da loro curato “Umani a Milano per Progetto Arca” (Edizioni Gribaudo), accompagnati per entrambe le date dalla musica dal vivo del gruppo post rock Euf. Lo spettacolo milanese vedrà anche la partecipazione del cantautore Edda.

Alle loro spalle scorreranno i volti degli Umani a Milano, catturati dall’obiettivo di D’Andrea e del suo collettivo fotografico, che nel corso dello scorso anno ha seguito le uscite serali delle Unità di strada e ha conosciuto la vita nei centri di accoglienza di Progetto Arca.

“Umani a Milano per Progetto Arca” è un libro che raccoglie nel complesso 60 ritratti in bianco e nero (ne avevamo parlato qui ), arricchiti da altrettante storie di solidarietà e di rispetto, che descrivono la Milano delle persone fragili e invisibili a cui Fondazione Progetto Arca si dedica da 26 anni mettendo al loro servizio assistenza e accoglienza per ricostruire, insieme agli operatori e ai volontari, un percorso di vita diverso da quello della strada.

«Grazie alla collaborazione con Progetto Arca ho avuto la possibilità di parlare con chi - per le cause più differenti - non ha altro tetto se non le stelle, altro cibo se non quello ricevuto in dono, altri amici se non quello che hanno deciso di esserlo, per un tempo limitato, per missione e per lavoro» spiega Stefano D’Andrea, ideatore del progetto “Umani a Milano”. «Con il libro prima e questi spettacoli ora, il nostro scopo è ridurre le distanze e spezzare quel vuoto che c’è tra le persone che si incrociano sui marciapiedi ogni giorno».

«Sono migliaia le vite che ogni anno si intrecciano dentro Progetto Arca, ognuna con i propri talenti e difficoltà, le proprie emozioni, speranze e timori; ma sono tutte storie di dignità e di rispetto l’uno verso l’altro», racconta Alberto Sinigallia, presidente di Progetto Arca. «Grazie a Stefano D’Andrea, a Bianca Borriello, agli Euf e ad Edda che ci accompagneranno in questi due appuntamenti dedicati ai cittadini, per dar voce al mondo sommerso delle persone senza dimora che vivono la città».
Durante le serate sarà disponibile e in vendita il libro “Umani a Milano per Progetto Arca”: i proventi saranno destinati al sostegno dei progetti della Fondazione.

Le immagini sono tratte dal volume "Umani a Milano per Progetto Arca"

Contenuti correlati