Lucia Azzolina Flick Ministero
Scuola

Quaderni, diari e connessioni: 3 milioni dal Ministero per gli alunni in difficoltà

27 Agosto Ago 2020 1755 27 agosto 2020
  • ...

Uno stanziamento di 800 euro per una platea di scuole selezionate dal Ministero in base agli indici di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti e status socio-economico della popolazione di riferimento. I soldi arriveranno prima dell'inizio dell'anno scolastico. Azzolina: «Abbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà»

Il Ministero dell’Istruzione stanzia poco meno di 3 milioni di euro per le scuole, per acquistare kit e corredi scolastici, quaderni, astucci, diari ma anche connettività, per gli studenti delle famiglie in difficoltà economica. Le risorse – 800 euro per ciascuna istituzione scolastica statale selezionata - andranno direttamente alle scuole, del primo e del secondo ciclo e CPIA, i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti individuate dal ministero in base agli indici di dispersione scolastica, disagio negli apprendimenti e status socio-economico della popolazione di riferimento. Le scuole hanno ricevuto oggi la nota informativa: si tratta di 2.114 istituti del primo ciclo, di 1.539 scuole del secondo ciclo e di 86 CPIA, che potranno acquistare kit didattici e supporto alla connettività. I bonifici arriveranno prima dell’inizio dell’anno scolastico. «Questa estate, insieme alle misure e alle risorse per la ripartenza - dichiara la Ministra Lucia Azzolina – abbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà. Abbiamo dato soldi direttamente alle scuole per libri e kit didattici. Un finanziamento diretto che consente di venire subito incontro, con acquisti immediati, alle esigenze delle studentesse e degli studenti». Qui l'elenco degli istituti che ne beneficeranno.

Le risorse si aggiungono ai 236 milioni stanziati a inizio luglio per l’acquisto di libri di testo digitali e/o cartacei, dizionari, dispositivi digitali per ragazzi con Bisogni Educativi Speciali (BES) o Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) da destinare, anche in comodato d’uso, alle studentesse e agli studenti che vivono in condizioni di svantaggio: ne usufruiranno oltre 425mila studenti: quasi 75mila in Campania, 61mila in Sicilia, 51mila in Lombardia, 45mila in Puglia.

Foto Flickr, Ministero dell'Istruzione

Contenuti correlati