Erin Mckenna Folletti Unsplash
Parent Project

Folletti in viaggio per combattere la distrofia di Duchenne e Becker

13 Novembre Nov 2020 1241 13 novembre 2020
  • ...

Al via la campagna di Natale di Parent Project per sostenere la ricerca e i servizi per pazienti e famiglie come, per esempio, il Centro Ascolto Duchenne, che con la sua rete affianca oltre 700 famiglie nel territorio nazionale. Il claim scelto è “Il Natale… dove arriva, arriva!” e invita a seguire simbolicamente il viaggio degli aiutanti di Santa Claus sui canali social

Nuova edizione della campagna di raccolta fondi “Il Natale di Parent Project” promossa dall’associazione di pazienti e genitori di bambini e ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker.
L’emergenza legata al coronavirus ha avuto un forte impatto anche sul Terzo settore. Anche la comunità di pazienti legata a Parent Project ha dovuto rinunciare negli ultimi mesi a tanti appuntamenti, così come a campagne ed eventi di grande rilievo sul bilancio annuale. La rete, però, non si è mai fermata: attività e servizi si sono trasferiti su piattaforme online e sono state tante le iniziative messo in atto per continuare a garantire il supporto e l'informazione ai pazienti e alle loro famiglie in un periodo dalla grande complessità.

Sul portale dedicato - campagne.parentproject.it - è possibile sfogliare il catalogo, ricco di proposte per regali squisiti e solidali – panettoni, pandori, torroni di cioccolato e altre delizie – ed auguri sempre più speciali.

Il claim della campagna 2020 sarà “Il Natale…dove arriva, arriva!”. La comunità di pazienti, famiglie, volontari, amici e sostenitori di Parent Project potrà seguire – simbolicamente - sui canali social i viaggi dei folletti (da tempo simbolo di questa iniziativa) intenti a consegnare ovunque panettoni e altre prelibatezze.

Ai prodotti dolciari di qualità artigianale forniti in collaborazione con La Casa del Dolce di Ciampino, in gradevoli ed esclusive confezioni regalo, si abbina una variegata gamma di biglietti augurali ed e-card, personalizzabili all’occorrenza per privati ed aziende. Ai soggetti più tradizionali si affianca una divertente serie di biglietti che ritrae i folletti intenti a consegnare regali in differenti luoghi del mondo e situazioni, come novelli ‘nani di Amélie’ in versione natalizia.

Le donazioni raccolte attraverso la campagna andranno a sostenere sia i progetti di ricerca scientifica già attivi, sia le altre attività essenziali dell'associazione per pazienti e famiglie, come quelle portate avanti dal Centro Ascolto Duchenne, che con la sua rete affianca oltre 700 famiglie nel territorio nazionale offrendo gratuitamente consulenza psicologica, legale, educativa, informazioni e formazione per genitori, medici, operatori del servizio sanitario nazionale e insegnanti.

In apertura photo by erin mckenna on Unsplash

Contenuti correlati