Poinsettia Pixabay
Ail

Per un malato di leucemia la #buonastella sei tu

1 Dicembre Dic 2020 1542 01 dicembre 2020
  • ...

Torna il tradizionale appuntamento nazionale con la solidarietà dell’associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma che quest’anno raddoppia il suo impegno: le tradizionali Stelle di Natale accompagnate dai Sogni di cioccolato e da un numero solidale 45582 attivo fino al 15 dicembre

Anche in questo 2020, come da tradizione, il 5, 6, 7 e 8 dicembre tornano le Stelle di Natale Ail, iniziativa posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, che giunge alla sua 32° edizione. L’appuntamento con la solidarietà promosso dall’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma, a causa dell’emergenza sanitaria, assume un significato ancor più speciale. Quest’anno a causa della pandemia, la manifestazione di piazza non potrà essere garantita con le consuete modalità ma Ail non si ferma e raddoppia il suo impegno.

Oltre alla tradizionale pianta natalizia, in molte sezioni Ail e dai primi di dicembre su Amazon.it, si potrà ricevere anche una dolce Stella di cioccolato finissimo (al latte e fondente con nocciole IGP Piemonte) denominata “Sogni di cioccolato”. Il contributo minimo associativo per ricevere la Stella di Natale Ail o i Sogni di cioccolato è di 12 euro.

Inoltre, dal 1 al 15 dicembre sarà possibile donare da rete fissa e mobile al numero 45582 per sostenere le cure domiciliari dell’Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma e consentire ai pazienti ematologici di continuare a casa le cure iniziate in reparto. Per sostenere Ail basterà inviare un sms da cellulare per donare 2 euro (Windtre, Tim, Vodafone, iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali); chiamare da telefono fisso per donare 5 o 10 euro (Tim, Vodafone, WIndtre, Fastweb e Tiscali) e 5 euro per le chiamate da rete fissa Twt, Convergenze, PosteMobile.

Per sapere dove trovare le Stelle e sostenere Ail, nel mese di dicembre, ci si può collegare al sito associativo ail.it, chiamare il numero 06.70386013 oppure rivolgersi alle 82 sezioni provinciali Ail che promuovono attraverso i volontari l’iniziativa in tutta Italia.

Ail, infatti, attraverso il prezioso simbolo che l’accompagna: le Stelle di Natale porta avanti la sua missione che è quella, ora più che mai, di mettere al primo posto il paziente con diagnosi di tumore del sangue che è particolarmente fragile e delicato in quanto il suo sistema immunitario è altamente compromesso e, quindi, più a rischio. I risultati negli studi scientifici e le terapie sempre più efficaci e mirate, tra cui l’immunoterapia (Car-T) e il trapianto di cellule staminali, hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti ematologici, adulti e bambini. È necessario però continuare su questa strada per raggiungere nuovi obiettivi e rendere queste malattie sempre più guaribili.
L’Ematologia italiana in questi mesi di pandemia da Covid-19, attraverso i Centri di cura e anche grazie all’opera delle sezioni AIL e dei suoi volontari, è stata in grado di garantire la continuità assistenziale e terapeutica. È importante però mantenere tutto ciò e far sì che i pazienti possano proseguire nel modo più adeguato le cure.

L’iniziativa "Stelle di Natale Ail" ha permesso in tanti anni di raccogliere significativi fondi destinati al finanziamento di progetti di ricerca scientifica e assistenza ed ha contribuito a far conoscere i progressi nel trattamento dei tumori del sangue. Lo scorso anno del resto sono state distribuite 530.652 piante in oltre 4.300 punti di distribuzione in Italia, attraverso questa campagna nel 2019 si sono potuti raccogliere quasi 7 milioni e 600mila euro (precisamente 7.591.549 euro)

I fondi raccolti da Ail saranno impiegati per:

  • potenziare il servizio di Assistenza Domiciliare, Ail finanzia oggi complessivamente 42 servizi di cure domiciliari. Tale attività consente ai malati di essere seguiti da personale specializzato nella propria abitazione, riducendo così i tempi di degenza ospedaliera e assicurando nel contempo la continuità terapeutica dopo la dimissione;
  • sostenere le Case Alloggio Ail, strutture situate nei pressi dei Centri di Ematologia che accolgono i malati e i loro familiari costretti a spostarsi dal luogo di residenza per le cure. Attualmente sono 34 le provincie che ospitano questo servizio con 3.809 ospiti ogni anno, di cui 1.549 pazienti e 2.260 familiari;
  • finanziare servizi Socio-Assistenziali con 2.120 famiglie sostenute in un anno;
  • sostenere progetti di Ricerca Scientifica;
  • supportare il finanziamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di Cellule Staminali e sostenere i laboratori per la diagnosi e la ricerca;
  • promuovere la formazione e l’aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio.

Un sostegno all’iniziativa solidale di Ail arriva anche dalla Lega Calcio Serie A che ha invitato i tifosi a sostenere la campagna Stelle di Natale.

A rendere realizzabile l’iniziativa anche quest’anno è l’opera delle 82 sezioni provinciali Ail e il contributo dei volontari, che rappresentano per l’associazione il patrimonio più prezioso.

In apertura foto da Pixabay

Contenuti correlati