Filantropia

Looking4, l'Atlante dei bisogni

19 Maggio Mag 2022 1605 19 maggio 2022

Fondazione Cariplo festeggia i 30 anni di vita e di attività con una grande azione partecipata. Il presidente Fosti: "Vogliamo offrire uno spazio di riflessione e confronto in cui mettere a fuoco i temi e le sfide cruciali per il futuro delle persone, delle comunità e dei territori". Dal 1991 ad oggi, 35.600 progetti finanziati, con contributi pari a 3,65 miliardi di euro, distribuiti nei settori ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona

  • ...
Schermata 2022 05 19 Alle 16
  • ...

Fondazione Cariplo festeggia i 30 anni di vita e di attività con una grande azione partecipata. Il presidente Fosti: "Vogliamo offrire uno spazio di riflessione e confronto in cui mettere a fuoco i temi e le sfide cruciali per il futuro delle persone, delle comunità e dei territori". Dal 1991 ad oggi, 35.600 progetti finanziati, con contributi pari a 3,65 miliardi di euro, distribuiti nei settori ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona

Come intercettare e comprendere i nuovi bisogni sociali? Quali le migliori modalità per organizzare e sviluppare la rete degli interventi all’interno della comunità e non solo? Chi coinvolgere in questa opera immane che nessuno può compiere da solo? Sono le domande di fondo che hanno dato il via al progetto Looking 4, presentato stamattina a Milano da Fondazione Cariplo.

L’iniziativa è pensata in occasione dei 30 anni di attività della Fondazione non tanto per celebrare una ricorrenza, quanto per guardare al futuro, con la volontà di disegnare una sorta di “atlante dei bisogni” e delle risorse delle comunità di domani: «Vogliamo offrire uno spazio di riflessione e confronto in cui mettere a fuoco i temi e le sfide cruciali per il futuro delle persone, delle comunità e dei territori - ha spiegato Giovanni Fosti, presidente Fondazione Cariplo - Soprattutto lo vogliamo fare insieme, perché la complessità e la portata di queste sfide può essere guardata e affrontata solamente dentro a una visione ampia e corale».

Ad ogni buon conto, qualcosa da celebrare, comunque, c’è: dal 1991 ad oggi la Fondazione ha infatti sostenuto complessivamente 35.600 progetti, con contributi pari a 3,65 miliardi di euro distribuiti nei settori ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona, secondo una modalità di azione che prevede il supporto diretto di istituzioni ed enti non profit che poi vanno a raggiungere un’ampia platea di destinatari finali. Ma ora è tempo di guardare al futuro. Il format di Looking 4 prevede quattro giornate itineranti di incontro, ascolto e confronto dedicate ad approfondire ciascuno di questi quattro temi chiave, a cui si aggiungerà un appuntamento conclusivo di restituzione e condivisione. Si parte mercoledì 8 giungo presso il Teatro Coccia, a Novara, con il problema demografico e i connessi servizi alla persona: “L’età giusta a tutte le età. Sfide demografiche, benessere delle persone, accoglienza, patto di comunità”.

Da sinistra, il dg Sergio Urbani, la vicepresidente Claudia Sorlini, il presidente Giovanni Fosti e l'altra vicepresidente Valeria Negrini

Seconda tappa il 15 giugno, a Villa Erba, Cernobbio, location ideale per parlare di ambiente: “Dalla pianura alle Alpi. Ecosistemi ed economie alla luce dei cambiamenti climatici”. Il 22 giugno sarà la volta del Teatro Grande di Brescia, con l’evento: “Se la cultura viene da te. Bellezza, conoscenza, partecipazione per le persone e il territorio”. Quarta ed ultima tappa il 28 giugno presso l’Università degli Studi di Pavia, con: “Pane e ricerca. Scienza, dati e condivisione dei saperi per rispondere ai bisogni di persone e comunità”. Il 14 luglio, a Milano, si terrà l’evento conclusivo di restituzione.

In queste giornate, dove si alterneranno interventi di esperti, i racconti di almeno 20 esperienze per ogni tappa, survey per i cittadini e laboratori più operativi non si deciderà dove e come allocare le nuove risorse. Ma questo è un lavoro indispensabile e preliminare volto proprio ad ascoltare, dalla voce dei protagonisti, coinvolgendo nel complesso 1500 persone, i punti di vista, non necessariamente convergenti, le varie identità, le esigenze e le provocazioni che provengono dai territori con lo scopo di disegnare un futuro di coesione e sviluppo, in un momento in cui la pandemia e le incertezze legate alle crisi economiche e allo scenario bellico stanno aumentando il divario sociale tra le persone.

Sarà dunque un’occasione importante, e non solo simbolica, per comprendere i nuovi bisogni e progettare, da parte di Fondazione Cariplo, per gli anni a venire, nuove modalità di risposta con una capacità di supporto notevole che, come ha dichiarato ancora il presidente Fosti, ammonta a 276 milioni di euro risultanti dall’avanzo del 2021.

Sul sito looking4.fondazionecariplo.it a partire da oggi saranno via via indicati nuovi dettagli sui singoli eventi e le modalità per un coinvolgimento personale.

Contenuti correlati