Sabina Pignataro

Sabina Pignataro

Ho una voce molto bassa e quando parlo non mi sente mai nessuno. Forse è per questo che quando scrivo sogno di essere la voce di chi fatica ad essere visto e ascoltato. Mi piace raccontare storie: storie di donne, di famiglie, di persone. Negli ultimi quindici anni ho vissuto a Madrid e a Bruxelles. Poi sono tornata a casa, a Milano. Ho una testa piena di punti di domanda: l’eredità di una laurea in filosofia. Ora studio antropologia. Chissà, forse peggiorerò.