Paolo Manzo

Latinos

Accadde oggi in America Latina

8 Settembre Set 2010 0119 07 settembre 2010
  • ...

1) HONDURAS, ATTACCO A FABBRICA 18 MORTI Sconosciuti entrano e sparano con kalashnikov contro lavoratori. Uccise 18 persone da colpi d'arma da fuoco durante un attacco a un laboratorio per la produzione di scarpe. Regolamento di conti tra narcos o ritorsione perchè i proprietari della fabbrica si erano rifiutati di pagare il pizzo ai narcos. Strage

2) MESSICO, MALTEMPO, 914 MILA SINISTRATI Le piogge torrenziali che si sono abbattute su cinque stati del sud e dell'est del Messico in questi ultimi giorni hanno fatto sette morti e 914.000 sinistrati. In ginocchio lo stato di Veracruz. Emergenza.

3) MESSICO, LA MACELLERIA CONTINUA Trovati cadavere Roberto Suárez Vázquez e Juan Carlos Suárez Sánchez, i 2 investigatori della mattanza nel ranch dove erano stati trovati 72 cadaveri di immigranti clandestini massacrati dai narcos. Erano desaparecidos dal 24 agosto. Far West

4) CASTRO AD AHMADINEJAD, LA SHOAH TRAGEDIA SENZA PARI “Non c'è nulla di paragonabile alla Shoah”. In una lunga intervista pubblicata sull'edizione online del magazine americano The Atlantic, Fidel Castro così risponde alle domande del giornalista Jeffrey Goldberg. "Gli ebrei hanno vissuto un'esistenza molto più difficile della nostra - ha replicato Castro - e glielo sto dicendo perché lei glielo comunichi". Lungimirante

5) ONU ALLA COLOMBIA, TOMBE SENZA NOME VOGLIAMO SPIEGAZIONI Sono tombe anonime senza nome di cui le Nazioni Unite vogliono sapere qualcosa in più. La rappresentanza di Bogotà dell’Alto Commissariato dell’Onu per i diritti umani, nel municipio di La Macarena, nel sud del Paese, ha trovato tombe di 446 persone indicate solo come ”NN”. L’Onu ha espresso ”preoccupazione” in merito, ed ha chiesto di ”poter ricevere nuove informazioni che possano chiarire” la situazione. Allarme

6) MUSICA: ALEJANDRO SANZ A CHAVEZ, POSSO CANTARE? "Presidente, vorrei cantare nel suo paese. Me lo permette?". Con questo messaggio, pubblicato sul social network Twitter, il cantante spagnolo Alejandro Sanz ha chiesto a Hugo Chávez di poter chiudere il suo tour internazionale in Venezuela. "Mi da la sua parola che non succederà nulla né al mio pubblico né a me?", ha proseguito Sanz, da tempo critico nei confronti del governo venezuelano. Permesso?