Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Leggi & Norme

Sono state inserite delle importanti innovazioni nel testo del decreto legge di proroga delle concessioni.

di Redazione

In attesa della riforma del sistema radiotelevisivo (il ddl 1138 è fermo al Senato dal 1996) sono state inserite delle importanti innovazioni nel testo del decreto legge di proroga delle concessioni. Aumento lo spazio per il non profit radiofonico e televisivo. In pratica in ogni bacino provinciale lo spazio garantito alle tv-non profit passa dal 10 al 20%. Nel caso che nei singoli bacini di utenza gli spazi complessivi siano inferiori (il piano prevede 17 canali di trasmissione e quindi 3,4 canali al non profit) almeno una concessione deve essere garantita al non profit. Come a tutte le altre tv locali anche a quelle del non profit è riconosciuta la possibilità di fare domanda per avere concessioni in più province limitrofe fino a un massimo di quattro bacini regionali. Nel decreto legge è anche prevista la proroga dei termini per il rilascio delle concessioni locali fino al 31 gennaio 2001.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA