Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Solidarietà & Volontariato

Addio a Byrd Rawson, pioniera di studi su dislessia

La grande pedagogista americana è morta all'età di 102 anni

di Gabriella Meroni

La pedagogista e educatrice americana Margaret Byrd Rawson, pioniera degli studi sulla dislessia, che ha aiutato generazioni di ragazzi a risolvere i loro problemi di lettura, e’ morta all’eta’ di 102 anni nella sua abitazione di Frederick, negli Stati Uniti. Fin dagli inizi degli anni Trenta, quando Rawson insegnava in una scuola di Filadelfia, la pedagogista comincio’ ad occuparsi del fenomeno fino allora sottovalutato della dislessia, ovvero di un disturbo neurologico che non permette ne’ di leggere ne’ di capire un testo scritto, pure essendo in grado di leggere e capire singole parole. Margaret Rawson scopri’ le ricerche di Samuel T. Orton, il neurologo che per primo negli Stati Uniti aveva identificato la dislessia e si era occupato della sua origine. Analizzando numerosi studenti, Orton aveva riconosciuto i segni di quella che poi e’ stata definita dislessia. Per mezzo secolo la professoressa Rawson e’ stata impegnata a studiare i ‘disordini’ del linguaggio, dando vita alla prima scuola specializzata nella cura delle difficolta’ e del ritardi nell’apprendimento della lettura, che diresse insieme allo psicologo Roger Saunders. ”The Rawson-Saunders School di Austin, nel Texas, e’ stata intitolata proprio ai due studiosi che hanno svelato con precisione i meccanismi della dislessia. Rawson e’ stata la fondatrice e la prima presidente della Orton Dyslexia Society, che poi si e’ trasformata nell’Associazione internazionale sulla dislessia. E’ autrice di oltre trenta tra saggi e articoli scientifici.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA