Attivismo civico & Terzo settore

Anche da Internet le banche pretendono le commissioni

Consumatori:Donare al non profit con carte di credito? Sì, ma...

di Rosanna Schirer

La mia associazione non profit ha avuto la concessione di zero commissioni sulle iscrizioni (o altro) pagate dai soci con la loro carta di credito. Ora, avendo realizzato un proprio sito web, vorremmo dare l’opportunità di effettuare i pagamenti attraverso Internet. Lo scoglio è rappresentato dal fatto che gli istituti bancari, accanto alla messa a disposizione dei server sicuri di transazione, offrono obbligatoriamente, anche la transazione della carta di credito e, ovviamente, non a zero commissioni. Mi chiedo: possibile che non esista in Italia qualche provider o ente o istituzione che metta a disposizione delle associazioni senza scopo di lucro solo server sicuri gratuitamente, oppure in cambio della pubblicità in tutta la modulistica utilizzata da ciascuna associazione? G.P. (e-mail) Per prima cosa vorrei sottolineare che il problema della vostra associazione di volontariato, riguarda sicuramente tante altre associazioni, senza scopi di lucro, molte delle quali sono ormai informatizzate. È importante aggiungere che, senza dubbio, una banca o un provider che decide di non far pagare nessuna commissione alle associazioni senza scopi di lucro, guadagna in immagine ciò che eventualmente perde da un punto di vista economico. Va detto, però, che si tratta di una libera scelta della società che – come risulta appunto dalla sua lettera – in alcuni casi può essere addirittura sollecitata dalle stesse associazioni. Attualmente, secondo la nostra esperienza, non esiste ancora un istituto bancario che offra tali agevolazioni (anzi, saremmo grati a chi potesse eventualmente darci informazione dell’esistenza di soluzioni gratuite). Ciò non toglie, ovviamente, che valga la pena provare a insistere nel richiederle. Nel caso specifico come evidenziato nella sua lettera, è possibile trovare, per esempio, una soluzione alternativa dal momento che l’associazione è già riuscita a ottenere che le iscrizioni avvengano senza il pagamento delle “solite” commissioni bancarie. Nel proprio sito Internet, potrebbe essere inserito, per esempio, un modulo di adesione che gli interessati possono scaricare, mentre da un punto di vista pratico, per il pagamento vero e proprio, si potrebbe seguire la solita procedura ordinaria (cioè off-line), tramite carta di credito o con pagamento su vaglia postale. a cura di R. Schirer e M. Persotti


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA