Welfare & Lavoro

Blair lancia l'”Fbi” britannica

Si chiama Soca (Serious Organized Crime Agency) la nuova squadra anticrimine che combatterà la malavita organizzata.

di Chiara Brusini

E’ operativa da oggi in Gran Bretagna la ‘Serious Organized Crime Agency’ (Soca) che, sotto la guida dell’ex capo dei servizi di sicurezza interni (MI5) Sir Stephen Lander, promette di diventare la squadra anticrimine che sia i media che le autorita’ britanniche non hanno esitato a definire come l’ Fbi d’Inghilterra. La Soca ha gia’ approntato una lista che contiene oltre mille ricercati (‘most wanted’) che ingrossano le fila del crimine organizzato. Il premier Tony Blair l’ha tenuta a battesimo, nel corso di una conferenza stampa a Downing Street, dicendo che la Soca avra’ il compito di combattere la moderna malavita del 21esimo secolo, rendendo la ”vita infernale” ai boss della criminalita’ organizza. La Soca punta a demolire le cupole del traffico di droga, contrabbando, falsificazione e maxitruffe. La Soca sara’ la prima forza esterna alla polizia ad assumere compiti d’indagine e repressione del crimine organizzato. Si avvarra’ dell’operato di esperti della polizia, dei servizi delle dogane e dell’immigrazione. In tutto potra’ contare su 2mila agenti e 4.200 funzionari e disporra’ dei poteri gia’ concessi alle forze dell’ordine nonche’ di nuovi strumenti legali per sconfiggere il crimine. La Soca potra’ contare su di un budget annuale di 400 milioni di sterline, pari a 577 milioni di euro.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA