Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Comitato editoriale

Giro d’Italia, oggi a Vicenza anche don Mazzi

Don Antonio Mazzi vede nello sport sano e lontano dalle esasperazioni una pratica determinante per il recupero dei ragazzi “difficili”. La tappa passa anche da Cavriana sede della Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi

di Redazione

Ci sarà anche don Antonio Mazzi, oggi pomeriggio, 22 maggio, all’arrivo a Vicenza della 17° tappa del Giro d’Italia. Il fondatore della comunità di recupero Exodus, da sempre appassionato di bicicletta e di pedalate, vede nello sport sano e lontano dalle esasperazioni una pratica determinante per il recupero dei ragazzi “difficili” e per la formazione del carattere.

Una delle imprese che ancora ricorda risale a cinque anni fa, quando con 14 dei suoi ragazzi fece un pellegrinaggio in mountain bike durato nove mesi in visita alle “Madonne” più famose in Europa. «Lo sport deve tornare a essere festa, gioco, un momento che riequilibra» ha detto don Mazzi alla vigilia della giornata a Vicenza.

Il percorso della 17a tappa del Giro prevede un passaggio a Cavriana (MN) dove si trova Casa di Beniamino, sede nazionale della Fondazione Centri Giovanili Don Mazzi, che ha nello sport una delle quattro ruote motrici del proprio progetto educativo – insieme a musica, teatro e danza, volontariato. Ma oltre ai solidi rapporti con il piccolo comune mantovano, la Fondazione sta tessendo accordi di collaborazione anche in territorio vicentino con alcune importanti realtà imprenditoriali, tra cui Morato Pane.