Comitato editoriale Amref

Nuovo Cda: confermata la presidente Paola Crestani e nuovi consiglieri

Nel Consiglio di Amministrazione di Amref Health Africa – Italia, Stefano Romano e la vicepresidente di Ponti SpA Società, da poco nominata alla vice presidenza di Confindustria, Lara Ponti

di Redazione

Riconferme e novità per il nuovo Consiglio di amministrazione di Amref Health Africa in Italia. Nel mese di aprile la fondazione ha rinnovato il suo organo di governance. Alla presidenza di Amref Italia viene riconfermata l’attuale Presidente Paola Crestani. Riconferma anche per la vicepresidenza, con Alberto Capponi. Consiglieri uscenti Chiara Palmieri, Bianca Dacomo Annoni, Jean Léonard Touadì e Martino Grindatto. Formeranno invece il nuovo consiglio Andrea Lenzi, Paolo Limonta, Ugo Marchisio, Lolem B. Ngong. Si uniscono a loro, Lara Ponti – vicepresidente di Ponti SpA Società, da poco nominata alla vice presidenza di Confindustria – e Stefano Romano, che ha ricoperto per diversi anni la carica di tesoriere.

«Donne e uomini del mondo della salute, dell’istruzione e manager di altissimo livello che mi fanno ben sperare per le sfide del futuro», commenta così il nuovo consiglio, la presidente Crestani, aggiungendo «sono onorata di essere stata scelta di nuovo per rappresentare l’organizzazione. Ottima anche la riconferma di Lolem B. Ngong, che rafforza il legame di Amref Italia, con il quartier generale di Nairobi, in Kenya e ribadisce il potere propulsivo dell’Africa verso gli altri “nodi della rete internazionale. Saluto con estrema gratitudine chi, dopo due, mandati lascia il Consiglio di amministrazione di Amref Italia, Chiara Palmieri, Bianca Dacomo Annoni, Jean Léonard Touadì e Martino Grindatto». Sarà proprio il consigliere uscente Martino Grindatto, a ricoprire la carica di tesoriere di Amref Italia.

Continua la Presidente Crestani: «L’organizzazione ha dovuto affrontare sfide importanti negli ultimi anni, covid, alcune guerre che hanno richiamato moltissima attenzione internazionale, il declino dei fondi istituzionali ai progetti di sviluppo e molto altro. Lo abbiamo fatto cercando di innovare: si pensi ai processi di alleanza e fusione con altre organizzazioni. Per questo ringrazio il Consiglio uscente e chiedo ai nuovi consiglieri di donarci il loro tempo, passione ed esperienza, per affrontare le nuove sfide. Abbiamo dalla nostra un’organizzazione solida, uno staff eccellente, un gruppo di amici, donatori, sostenitori, partner istituzionali e aziendali, che guarda a noi con fiducia. Ringrazio, quindi chi ha deciso di rinnovare il proprio impegno nel Consiglio di amministrazione di Amref Italia e chi per la prima volta affronta questa sfida. Il mio augurio è che possiamo essere bravi consiglieri di una fondazione che crede in un’Africa sempre più protagonista, in Italia e nel mondo».