Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Comitato editoriale

Per l’8 marzo Torino si tinge di rosa

L'8 marzo Torino vivrà il primo grande evento dedicato alle donne, allo sport e alla ricerca scientifica. Lo slogan sarà #justthewomaniam e il ricavato andrà in beneficenza all'Istituto di Candiolo

di Redazione

Quattro mosse per aiutare la ricerca piemontese sul cancro. Uno, mettiti il rossetto. Due, sfumalo con la mano. Tre, fatti una foto. Quattro, postala sui social con gli hashtag #justthewomaniam,#torinodonna, #sceglidinonmancare, #8marzo. Le pagine di facebook, twitter e instrgram si stanno popolando di foto di donne con il rossetto sbavato, dove quello sbavo dice di quando a sera la donna si toglie il trucco, si spoglia dal suo essere madre, moglie, studentessa, architetto, cassiera… e resta solo se stessa.

Quelle stesse donne si ritroveranno l’8 marzo in Piazza San Carlo a Torino, che per l’occasione di vestirà di rosa. “Just the woman I am” è il primo evento sotto la Mole dedicato al mondo della donna a sostegno della ricerca piemontese sul cancro. L’evento è organizzato dal Sistema Universitario Piemontese, in particolare dal CUS Torino: ciò che sarà raccolto con l’iscrizione all’evento sarà devoluto – al netto delle spese – alla ricerca piemontese sul cancro, cioè all’Istituto di Candiolo e alla ricerca interna al sistema universitario.

L’8 marzo, per tutto il giorno, piazza San Carlo si animerà con tante proposte di attività sportive tipicamente femminili, dal pilates ai balli di gruppo. Alle 18 ci saranno una corsa di 6 km non competitiva e una camminata di 3 km fitwalking, per 3mila persone: «Lo sport è per tutti, abbiamo un’iscritta di 90 anni», dice Riccardo D’Elicio, presidente di CUS Torino. 

Tante le madrine d’eccezione dell’iniziativa (in foto), tra cui Laura Montanaro – Prorettore del Politecnico di Torino, Elisabetta Barberis – prorettore dell’Università degli Studi di Torino, Loredana Segreto – DG Università degli Studi di Torino, Maria Luisa Coppa – Presidente ASCOM Torino, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo – Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Evelina Christillin – Presidente Fondazione Teatro Stabile di Torino,  Giorgina Siviero – Presidente San Carlo dal 1973, Laura Onofri – referente Se non ora quando? Comitato di Torino e naturalmente Allegra Agnelli, presidente di Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. «Siamo felici di partecipare all’evento organizzato dal CUS Torino. La gente in Piemonte ha sempre risposto benissimo, anche in periodi di crisi, a questo tipo di appuntamenti per raccogliere fondi a favore della Ricerca contro il cancro. Lo sport per la salute è qualcosa di molto importante, un fatto culturale», ha detto Allegra Agnelli.