Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Comitato editoriale

Progetto Arca tra i vincitori di “Beni e reti di prossimità”

Il Progetto Alimenta in corso a Torino è tra i 35 premiati dal bando della Compagnia di San Paolo. Tra gli obiettivi dell'iniziativa sperimentare modelli di responsabilità e autonomia dei senza dimora accolti in alcuni ricoveri notturni torinesi

di Redazione

C’è anche “Alimenta” tra i 35 progetti vincitori del bando “Beni e reti di prossimità” lanciato dalla Compagnia di San Paolo. Alimenta è un’iniziativa di Progetto Arca su Torino che ha l’obiettivo di sperimentare modelli di responsabilità, partecipazione attiva e autonomia delle persone accolte in alcuni centri di accoglienza notturna nella città di Torino.

Ben 109 i progetti che hanno partecipa al bando che ha portato alla selezione dei 35, tra i quali spiccano quelli dedicati a mense e alimentazione della fascia più debole della popolazione. Tra i progetti premiati vi è infatti il recupero di alimenti invenduti nei negozi, ristorante che diventa anche mensa per i poveri, come pure orti coltivati sulle terrazze delle biblioteche da persone svantaggiate, prestazioni odontoiatriche sociali. Progetti che tra le caratteristiche hanno anche quella di coinvolgere attivamente i beneficiari rendendoli partecipi e in gradi di restituire agli altri qualcosa. I fondi messi a disposizione in totale per i progetti arrivano a un totale di 575mila euro

Alimenta è uno dei beneficiari del bando e riceverà un contributo di 15mila euro. Al progetto partecipano anche Politecnico di Torino e Università degli Studi di Torino con la supervisione di Cristian Campagnaro e Valentina Porcellana, membri del comitato scientifico di Progetto Arca.
Questa iniziativa da 10 mesi garantisce un pasto serale e una colazione alle persone senza dimora accolte nei centri notturni della città di Torino. A turno, sono gli ospiti stessi a cucinare per i loro compagni grazie alla formula “Chef per un giorno”, con cui Progetto Arca mira a promuovere modelli di responsabilità e di partecipazione attiva tra i senza dimora.

Nella foto i volontari del progetto torinese di Progetto Arca