Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Comitato editoriale

#riesciacapirlo? La campagna di don Mazzi per una scuola diversa

Attiva fino al 27 aprile la campgna via sms solidale al numero 45503 per sostenere il progetto "Donmilani2" di Fondazione Exodus. Don Mazzi: «Exodus sceglie di stare accanto a tutti quei ragazzi che escono dal percorso scolastico e rischiano di non tornarci più».

di Redazione

Guarda al futuro dei ragazzi la nuova campagna di sms solidale di Fondazione Exodus che parte dalla provocatoria domanda: «Riesci a capirlo?». E il soggetto sono i ragazzi che a migliaia ogni giorno manifestano il proprio disagio con comportamenti a rischio.

«Che ne sarebbe del futuro di questi ragazzi se non ascoltassimo le loro solitudini, i loro disagi?» osserva don Antonio Mazzi. «I loro comportamenti rappresentano una chiara richiesta di attenzione, una richiesta di essere ascoltati dalla famiglia, dalla scuola e dalla società. In questi anni mi è capitato di conoscere tanti giovani e adolescenti. E  le  domande che si pongono e che pongono a noi adulti, 30 anni fa come oggi, sono sempre le stesse, semplici e dirette: sull’amore e l‘amicizia, sulla scuola e sull’incognita lavoro, la ricerca della felicità, il desiderio di essere “visti».

Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi, da oltre 30 anni, si occupa di educazione e disagio, offrendo a giovani fragili gli strumenti necessari per affrontare con coraggio e consapevolezza le difficoltà della vita utilizzando le proprie risorse, senza ricorrere ad espedienti artificiali. Secondo don Mazzi «Alla base di tutto ritorna prepotente la questione di come costruire una relazione educativa che non può esaurirsi in interventi discontinui e basati sull’emergenza, ma che accompagna quotidianamente il ragazzo all’età adulta, soprattutto nella fase più delicata e fragile della la sua vita, l’adolescenza».

Sono circa 800mila ogni anno i giovani che in Italia abbandonano precocemente le aule e rischiano di allontanarsi definitivamente dalla scuola. Sono ragazzi “fragili” che non riescono ad immaginarsi il proprio futuro e che fanno fatica a riconoscersi nella “scuola tradizionale”. Il Progetto “Donmilani2” di Exodus vuole essere una risposta a questo problema, una proposta educativa “diversa” per rimotivare questi ragazzi alla prosecuzione degli studi.

«Il “Donmilani2”  è una sfida  che si basa su un principio semplice, e cioè che ogni ragazzo ha il diritto di vivere la scuola come un laboratorio di vita» afferma don Mazzi. «Con questo progetto, Exodus sceglie di stare accanto a tutti quei ragazzi  che escono  dal percorso scolastico e rischiano di non tornarci più.  Vi sono infiniti modi per bocciare qualcuno. Ve ne sono altri infiniti per motivarli e promuoverli»

L’obiettivo del progetto non è limitato al raggiungimento del successo formativo per il conseguimento del titolo di studio, ma vuole intervenire nel processo di inclusione scolastica e sociale dei ragazzi che sono a rischio di marginalità sociale. Si svolgerà nell’anno scolastico 2014/2015 e interesserà gli studenti di 6 scuole secondarie di primo grado (con cui la Fondazione ha già in essere rapporti  di partenariato), in 6 diverse località italiane: Africo (RC), Brescia, Cassano Magnago (VA), Milano, Padova e Cassino (FR).

Per riuscire a raggiungere questo importante obiettivo Exodus ha attivato una campagna di raccolta fondi tramite sms solidale attivo fino al 27 aprile. È quindi possibile sostenere il progetto “Donmilani2” donando 2 o 5 euro con un sms o una telefonata da rete fissa al numero 45503.

La campagna è stata realizzata per Exodus dall’Agenzia McCann Worldgroup, la produzione e postproduzione è stata curata da The Family con il Coordinamento di Michele Virgilio.