Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Comitato editoriale

Sud Sudan, evacuato il Villaggio Sos di Malakal

A causa dei violenti combattimenti, nonostante il cessate il fuoco firmato un mese fa, nei pressi del Villaggio Sos di Malakal, 90 bambini sono stati trasferiti nel Campo delle Nazioni Unite.

di Redazione

Solo pochi giorni fa Sos Villaggi dei Bambini faceva sapere che «Nonostante il “cessate il fuoco”, firmato il 23 gennaio, tra il governo del Sud Sudan e i ribelli fedeli all'ex vice presidente, Riek Machar, gli scontri sono ripresi nella città di Malakal la mattina del 18 febbraio». Malakal è la sede del Villaggio Sos che ospita più di 120 bambini e ragazzi.

«I combattimenti sono stati tremendi. Alcune famiglie sono rimaste nascoste nel Villaggio Sos, altre sono invece scappate in una chiesa cattolica locale e nel campo delle Nazioni Unite, che già ospita migliaia di sfollati. Stiamo cercando di capire come mettere al riparo i nostri ragazzi e tutti i collaboratori. È molto pericoloso spostarsi, ora. Dobbiamo costruire un campo per proteggere le famiglie che sosteniamo» ha detto Kiros Aregawi, il responsabile progetti del Villaggio Sos di Malakal

Ora il Villaggio Sos è stato evacuato. Nella sera di venerdì 21 febbraio, 90 bambini e ragazzi, 4 collaboratori, 13 Mamme Sos del Villaggio Sos di Malakal sono stati trasferiti al Campo delle Nazioni Unite.
Circa 40 ragazzi sono riusciti a fuggire attraversando il Nilo, guidati da un educatore.

«Gli scontri erano troppo violenti. Il Villaggio Sos non era più sicuro per i bambini. Avevamo paura per loro. Siamo riusciti a scappare. Ora ci mancano le tende per i bambini accolti dal Campo delle Nazioni Unite» ha detto Kiros Aregawi.

Sos Villaggi dei Bambini è presente in Sudan da oltre 30 anni rispettivamente con 2 Villaggi Sos, uno nel nord a Khartoum e l’altro nel Sud a Malakal, nei quali accoglie più di 200 bambini. Nel Sud Sudan accoglie 50 ragazzi nella Casa del giovane Sos. Nel nord aiuta bambini, ragazzi e famiglie, per un totale di 4.975 persone, grazie a 1 Casa del giovane, 1 Asilo Sos, 2 Scuole Sos, 2 Centri di formazione professionale e 2 Centri di Sviluppo sociale.