In Parlamento: la settimana del sociale

Decreto per la promozione della lettura: un’opportunità per le associazioni culturali

Nel Piano sono indicate le finalità e le azioni previste per il 2024-26, la  dotazione è di 4,35 milioni di euro gestiti dal “Centro per il libro e la lettura” che  avrà il compito di coordinamento, di attuazione, di monitoraggio e valutazione delle attività. Nell'articolo anche la panoramica di tutti gli altri provvedimenti sociali in discussione alle Camere

di Edoardo Patriarca

 Le due Assemblee non hanno all’ordine del giorno testi particolarmente attinenti a politiche sociali e dintorni. Il Senato discuterà di un disegno di legge riguardante l’agricoltura mentre la Camera metterà il voto di fiducia su “disposizioni urgenti in materia di coesione” già approvato al Senato e sul quale abbiamo già  dedicato una riflessione. 

 Interessante lo schema di decreto interministeriale atto n. 167  “Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura” previsto dalle legge 15/2020, in discussione nelle Commissioni parlamentari e giunto alla seconda edizione.  Forse poco conosciuto nelle associazioni, penso meriti la nostra attenzione per cogliere opportunità per attività in ambito culturale anche se le risorse messe in campo non sono tante.

 È  un provvedimento di cui è responsabile al Ministero  della Cultura, elaborato  in concerto con quello  della Istruzione,  previa intesa in sede di Conferenza unificata e di acquisizione del parere delle Commissioni parlamentari competenti.

Nel Piano sono  indicate le finalità  e le azioni previste per il 2024-26 , la  dotazione è di 4.350.000 euro gestiti dal “Centro per il libro e la lettura” che  avrà  il compito   di coordinamento, di attuazione, di monitoraggio e valutazione delle attività  e  dei risultati di cui successivamente  darà  conto –  ogni dueanni-   con un documento  trasmesso alle Camere. Pochi conoscono l’esistenza del  Centro per il libro e la lettura: è un Istituto autonomo del Ministero della Cultura con il compito di attuare politiche di diffusione del libro e della lettura, per promuovere  altresì la cultura italiana all’estero, proponendosi come punto di incontro e di dialogo  per gli operatori pubblici e privati che  operano nei vari ambiti della produzione, della conoscenza e della diffusione del libro.

È doveroso precisarlo, il Piano che trovate all’attenzione delle Commissioni parlamentari,  è il medesimo testo del triennio 2021- 2023, rimasto in parte inattuato per la  prolungata interruzione delle attività dovute alla pandemia da Covid-19, per all’avvio faticoso dei bandi nel 2022 e per la necessità di consolidare i risultati ottenuti  nel triennio appena concluso.

Ma andiamo più nel merito. Il Piano si prefigge di sostenere lo sviluppo sociale e culturale del Paese migliorando la capacità di lettura delle persone. Vi aderiscono Regioni e  Comuni  che ne fanno richiesta attraverso la stipula di “Patti locali per la lettura” con l’obiettivo di aumentare il numero di lettori nel territori  di riferimento. È questa la parte più interessante e da indagare per avviare iniziative culturali sui territori in collaborazione con gli Enti locali.

Alcuni obiettivi sono molto vicini alle sensibilità sociali: il sostegno alla lettura per contrastare la povertà educativa e sociale, la promozione della  lettura nella prima infanzia,  per gli anziani nelle strutture socio assistenziali e negli istituti penitenziari.

Nel provvedimento si legge che Il Centro pubblicherà  bandi aperti a soggetti pubblici e privati e stipulerà  accordi e convenzioni: dei 4 milioni di euro stanziati, 950mila sono dedicati per progetti diretti a favorire la lettura per la prima infanzia; 1,425 per istituire circuiti culturali integrati a livello territoriale; 316.350 per promuovere l’accesso alla produzione editoriale alle persone con difficoltà di lettura

Le commissioni parlamentari dovranno dare un parere. Suggerirei di  chiedere che nel decreto legislativo sia meglio definito e specificato il ruolo delle organizzazione di Terzo settore impegnate nella promozione culturale e educativa ( sono tantissime) , e che si faccia chiaramente  riferimento, laddove si parla di accordi e convenzioni, al principio e al metodo della coprogrammazione e coprogettazione. 

Di seguito i disegni di legge indicati nelle convocazioni delle Commissioni di Camera e Senato che toccano temi e contenuti vicini alle nostre sensibilità e comunque di interesse per le azioni di cittadinanza attiva e di impegno solidale delle organizzazioni di terzo settore.

Scuola e Infanzia 

ddl C. 1902​  DL 71/2024: Disposizioni urgenti in materia di sport, di sostegno didattico agli alunni con disabilità, per il regolare avvio dell’anno scolastico 2024/2025 e in materia di università e ricerca.

ddl  C. 1691​  Istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale approvato dal Senato.

ddl 1136 e ddl 1160  Tutela dei minori nella dimensione digitale. 

ddl 314 compartecipazione Stato spese per minori in comunità o istituti. 

ddl 492  Scuole dell’infanzia a indirizzo musicale.

Lavoro

Atto n. 157  Schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2022/431, che modifica la direttiva 2004/37/CE sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro.

ddl C. 142​, ddl C. 1000​ e ddl C. 1505​  Disposizioni per favorire la riduzione dell’orario di lavoro.

ddl C. 408​, ddl C. 510​ , ddl C. 786​ , ddl C. 1645​ , ddl C. 1683​ e ddl C. 1747​ Disposizioni per favorire l’inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza di genere e delle vittime di violenza con deformazione o sfregio permanente del viso. 

ddl 1146  Intelligenza artificiale.

AG 157  Protezione lavoratori esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni.

ddl 672  Semplificazioni in materia di lavoro e legislazione sociale. 

COM(2024) 132 definitivo  Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle condizioni di lavoro dei tirocinanti e lotta ai rapporti di lavoro regolari camuffati da tirocini.

ddl 647739 Inserimento lavorativo persone con disturbi dello spettro autistico. 

ddl C. 1930​ DL 84/2024: Disposizioni urgenti sulle materie prime critiche di interesse strategico.

Cultura

atto n. 168 Schema di decreto ministeriale per il riparto del Fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca per l’anno 2024. 

Atto n. 163  Schema di decreto ministeriale concernente la ripartizione per l’anno 2024 del fondo derivante dalle sanzioni amministrative irrogate dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato da destinare a iniziative a vantaggio dei consumatori.

ddl 413  Produzione e vendita del pane.

ddl 507  Sulla promozione della memoria dei campi di prigionia, di internamento e di concentramento in Italia. 

ddl 568  Promozione e tutela della danza.

ddl 939  Valorizzazione delle abbazie e degli insediamenti benedettini medievali. 

ddl 970  Regolamentazione delle competizioni videoludiche. 

ddl 279 e ddl 503 Sostegno alle associazioni musicali amatoriali. 

ddl 597 Promozione delle manifestazioni in abiti storici. 

Sociale e Terzo settore

ddl C. 114​, ddl C. 159​ , ddl C. 307​ , ddl C. 344​, ddl C. 998​ , ddl C. 1426​ , ddl C. 1461​ e ddl C. 1690​. Disposizioni per il riconoscimento e il sostegno dell’attività di assistenza e di cura svolta dal caregiver familiare.

ddl 1135  Reati di violenza sessuale contro le donne nei conflitti armati.

 ddl 837  Edilizia residenziale pubblica.

ddl 972  Misure per sensibilizzare i consumatori all’adozione di condotte virtuose orientate alla riduzione dello spreco alimentare. 

Ambiente e Territorio

ddl 1054, ddl 276 e ddl 396  Disposizioni per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone montane. 

ddl 948  Modifiche alla legge quadro sulle aree protette.

ddl 658 Capitale italiana della mobilità sostenibile. 

ddl 1162  d-l 76/2024 – Ricostruzione e protezione civile. 

Sanità e Salute

ddl 824  approvato dalla Camera dei deputati, e ddl  245 e 475  Norme in materia di contrasto alla surrogazione di maternità. 

ddl 227 e ddl 726  Medicina territoriale.

ddl 623  Celiachia.

ddl 990  Disposizioni in materia di prevenzione e di cura dei disturbi del comportamento alimentare, nonché introduzione dell’articolo 580-bis del codice penale, concernente il reato di istigazione al ricorso a pratiche alimentari idonee a provocare l’anoressia o la bulimia. 

ddl 1161  DL 73/2024 – Liste di attesa. 

ddl 1082 Disposizioni in materia di contrasto ai disturbi alimentari e della nutrizione.

ddl 483 Tutela persone affette da patologie oculari cronico-degenerative.

ddl 898122269410  Tutela persone affette da epilessia. 

ddl 734938  Disposizioni in materia di tutela della salute mentale. 

Internazionale

dl 1020  Modifiche alla legge n. 145/2016 sulla partecipazione dell’Italia alle missioni internazionali. 

Doc. LXVII, n. 2 – Relazione sulle operazioni autorizzate e svolte per il controllo dell’esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento, relativa all’anno 2023 . 

ddl 404  Sottrazione o trattenimento anche all’estero di persone minori o incapaci. 

Affari istituzionali

ddl 787  Esercizio del diritto di voto in un comune situato in una regione diversa da quella di residenza,  approvato dalla Camera.

ddl 1086  Codice della strada.

ddl 57, ddl 203, ddl 313, ddl 367, ddl 417, ddl 443, ddl 459, ddl 490 e ddl 556  Disposizioni in materia di elezione diretta dei presidenti delle province, dei sindaci metropolitani e dei sindaci.

Foto: Pixabay


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA