Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Education & Scuola

Distrutti otto campi con coltivazioni ogm

Ne danno notizia i Verdi Ambiente e Societ

di Gabriella Meroni

Le Autorità locali competenti hanno finalmente ricevuto l’Ordinanza del Ministro alla Sanità che dispone la distruzione dei dieci campi (per complessivi 80 ettari) contaminati da soia ogm, che nel corso del mese di aprile vennero coltivati con quantitativi di soia provenienti dagli stock di Soia Monsanto e Syngenta sequestrati perché inquinati da ogm. I campi sono da tempo sotto sequestro dei Nas ed ora, nel rispetto delle procedure elaborate dal Ministero dell’Ambiente, verranno bonificati. La soia proveniente dal carico contaminato di Monsanto interessa l’attività di quattro aziende agricole (delle quali tre sono ubicate in provincia di Mantova e una in provincia di Lodi) e ha contaminato una superficie coltivata di circa quaranta ettari; mentre la soia proveniente dal carico contaminato di Syngenta interessa l’attività di sei aziende agricole (delle quali due ubicate nella provincia di Modena e quattro nella provincia di Mantova) e ha contaminato una superficie coltivata di circa quarantadue ettari. Per chiudere definitivamente il caso delle smenti contaminate di Monsanto e Syngenta, manca ora solo di sapere l’entità del risarcimento che gli inconsapevoli agricoltori coinvolti chiederanno per i danni loro provocati dalle multinazionali del biotech. (Fonte: Verdi Ambiente e Società)


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA