Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Media, Arte, Cultura

E le cose si muovono con la forza del pensiero

Un paio di occhiali capta le onde cerebrali e li invia al computer. Così, basta pensare o muovere gli occhi per avere la casa sotto controllo. Costo? Meno di 9 milioni

di Franco Bomprezzi

N on è più fantascienza. Finalmente è possibile usare le onde cerebrali per comandare un computer, che a sua volta può impartire ordini semplici ma precisi a distanza (accensione delle luci, regolazione della televisione, movimento del letto). L?annuncio, che ha del sensazionale, viene dal Giappone. dove la Technos Japan Company, insieme all?Istituto di Tecnologia di Himeji, ha brevettato un ausilio davvero particolare: un paio di occhiali rosa, simili agli occhiali da sci, collegati a un computer portatile. In realtà gli occhiali servono per collegare degli elettrodi vicini al cervello della persona che li utilizza, in modo da captare le onde beta che noi tutti emettiamo. In pratica, comandi semplici e chiari del tipo ?sì? oppure ?vai!?, che possono essere ?pensati? con forza e chiarezza da chiunque, vengono captati e tradotti in segnali che sono poi decodificati dal computer, che a sua volta attiva l?applicazione relativa. Il congegno si chiama ?Mind Control Tool Operating System?, in sigla MCTOS, e dovrebbe essere commercializzato già dal prossimo aprile al prezzo di circa 4.800 dollari (meno di nove milioni di lire). Inutile dire che gli inventori giapponesi sottolineano come questo ausilio potrebbe essere di fondamentale importanza per tutti coloro che non hanno alcun controllo degli arti e neppure della voce, pur mantenendo inalterate le facoltà mentali (handicappati gravi, tetraplegici, ecc.). Il segreto del congegno consisterebbe nella semplicità d?uso, e nella mancanza di necessità di un lungo e specifico addestramento mentale. La conferma è venuta in questi giorni dai reporter dell?agenzia Associated Press che hanno ?testato? il prodotto, riuscendo effettivamente a impartire comandi mentali al computer. MCTOS risponde ad uno specifico tipo di impulso cerebrale, le onde beta, che sono prodotte in stato di impegno mentale. Ma può funzionare anche in base a impulsi emessi dai movimenti rapidi degli occhi. Forse il 2000 è già qui.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA