Politica

Giornata nazionale dell’affido, adesso c’è un disegno di legge

A prima firma di Elisa Pirro (M5s), il disegno di legge 1125 è stato firmato da 14 senatori, di differenti partiti. La richiesta? Istituire la Giornata Nazionale dell'affidamento familiare, il 4 maggio: «Non una giornata simbolica, ma il riconoscimento del valore dell’accoglienza familiare svolto da migliaia di famiglie italiane e l'occasione per fare un appello a famiglie e istituzioni». Tra i promotori ci sono anche senatori leghisti e di Fratelli d'Italia

di Sara De Carli

Compare ufficialmente sul sito del Senato il disegno di legge per istituire la Giornata nazionale dell’affidamento familiare. Il disegno di legge 1125 (non ancora assegnato) porta le firme di 14 senatori, di differenti partiti: la prima firmataria è Elisa Pirro (M5s) e sempre del Movimento 5 Stelle è Barbara Floridia, ma accanto a loro ci sono per esempio Anna Rossomando e Simona Malpezzi (Pd) ma anche Domenica Spinelli (Fdi) e Tilde Minasi (Lega per Salvini), esponenti di partiti i cui leader in tempi non troppo remoti sull’affido hanno gettato sospetti.

Il disegno di legge (qui il testo) individua la giornata del 4 maggio, giorno in cui è stata promulgata la legge 4 maggio 1983, n. 184, sull’affidamento familiare, quale Giornata nazionale dell’affidamento familiare. La Giornata nazionale dell’affidamento familiare rappresenterebbe un momento «ufficiale e stabile», si legge nella relazione introduttiva, «di riconoscimento del valore dell’accoglienza familiare svolto da migliaia di famiglie italiane; un’occasione per rilanciare e rinnovare l’invito alle famiglie all’accoglienza e alla solidarietà; un’occasione per avanzare alle istituzioni proposte la sollecitazione ad un impegno concreto al fine di dare ad ogni bambino o ragazzo il diritto a vivere in un contesto familiare».


L’idea, si legge, «non è tanto quello di istituire una nuova “Giornata” analoga alle tante ricorrenze già presenti nel nostro calendario, dal significato esclusivamente simbolico, quanto di riuscire a far sì che l’istituenda Giornata nazionale sia effettivamente ricca di iniziative organizzate in tutto il territorio nazionale e con almeno un evento centrale rivolto alle istituzioni». La proposta per esempio parla di «idonee campagne di promozione e di sostegno dell’affidamento familiare».

Quella di istituire una Giornata Nazionale è una richiesta del Tavolo Affido, che in questo modo chiede appunto un momento istituzionale di riflessione sull’importanza dell’affidamento familiare.

Foto di Janko Ferlic su Unsplash


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA