Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Education & Scuola

Giuristi in pool per gli immigrati

Promuovere l'informazione,la documentazione e lo studio dei problemi giuridici sull'immigrazione

di Antonietta Nembri

Dopo l?entrata in vigore della legge Martelli, nel momento in cui anche in Italia ci si è iniziati a porre in modo più approfondito il problema dell?immigrazione, alcuni giuristi e avvocati si sono accorti della necessità di approfondire gli aspetti giuridici connessi alla presenza degli stranieri. Nasce così nel 1990 l?Associazione per gli studi giuridici sull?immigrazione (Asgi) che riunisce docenti universitari, avvocati, operatori del diritto e giuristi che hanno uno specifico interesse professionale nell?affrontare la materia. Tra gli scopi dell?Asgi si possono trovare la volontà di promuovere l?informazione, la documentazione e lo studio di problemi di carattere giuridico legati all?immigrazione, alla condizione dello straniero (nonché dell?apolide rifugiato), alla disciplina della cittadinanza nell?ordinamento italiano. Inoltre l?Asgi vuole studiare e formulare proposte di soluzione dei problemi giuridici che il fenomeno immigrazione fa sorgere nell?ordinamento nazionale e internazionale; contribuire allo studio dell?armonizzazione delle legislazioni e della creazione di un diritto uniforme; promuovere la cooperazione con persone, enti e associazioni (nazionali e non), oltre a promuovere studi, incontri, convegni, iniziative editoriali e pubblicazioni. «Si può parlare di un duplice scopo», spiega Walter Citti segretario organizzativo dell?Asgi. «Da una parte creare un network di operatori del diritto per offrire una miglior tutela legale agli immigrati e dall?altra diffondere una cultura e un?attenzione giuridica al problema. Tutela nel quotidiano, quindi, e ricerca». Dalla sua nascita l?associazione ha promosso diversi seminari, la pubblicazione di opuscoli informativi oltre a diverse ricerche. «Quando siamo nati, l?Italia si era data per la prima volta una legislazione specifica sugli immigrati e l?associazione copriva un vuoto notevole», afferma Walter Citti, «C?erano e ci sono associazioni che sensibilizzano sul problema immigrazione da un punto di vista culturale e politico, ma nessuno che affrontasse il tema giuridico». Dopo due anni di vita l?associazione che ha sede organizzativa a Monfalcone, si è data una segreteria a Torino (via Gerdil, 7 tel. 011/4310287 – E mail: asgi@etabeta.it) che ha consentito all?associazione di realizzare due progetti con lo scopo di garantire la circolazione delle informazioni tra i soci. Il primo è un centro di documentazione che raccoglie normativa, giurisprudenza e dottrina italiana e straniera; testi giuridici e documenti della Cee e di altre organizzazioni internazionali. Il Centro cura anche i rapporti con associazioni di giuristi di altri paesi dell?Unione europea. Il secondo progetto è invece la redazione di un bollettino trimestrale per i soci denominato ?Lettera ai soci? sull?attività dell?associazione, sulle politiche dell?immigrazione e dell?asilo in campo nazionale e internazionale e su altri temi specifici. In fase di partenza anche una banca dati multimediale che non è indirizzato solo ai soci, ma anche ad altri soggetti che si trovano ad affrontare professionalmente le complesse tematiche giuridiche dell?immigrazione, dell?asilo e dell?integrazione. L?associazione conta oggi una novantina di soci, soprattutto avvocati che nelle loro realtà territoriali sono legati attraverso convenzioni a enti o associazioni che cercano di rendere praticabile il diritto alla difesa. Per ovviare al fatto che i soci sono soprattutto presenti nel centro nord del Paese, ad aprile, nel corso di un?assemblea, si studierà una riforma dello statuto. Prossimo obiettivo è, infatti, potenziare la presenza dell?associazione lungo tutta la penisola aprendo nuove sedi regionali. Ora arriva anche una rivista giuridica Duecentoquaranta pagine per parlare in modo approfondito di questioni giuridiche. È questa la prossima realizzazione dell?Associazione per gli studi giuridici sull?immigrazione: una rivista giuridica, edita da Franco Angeli con cadenza trimestrale e realizzata in collaborazione con Magistratura Democratica. «Fino a oggi (il primo numero della rivista uscirà nel prossimo mese) non esisteva una rivista che si occupasse dell?immigrazione sotto il profilo strettamente giuridico», spiega il segretario organizzativo Walter Citti. Nei fascicoli, dopo una prima parte dedicata ad analisi e riflessioni, verrà pubblicata la giurisprudenza maturata sulle tematiche di immigrazione, asilo e cittadinanza: verranno segnalate le diverse sentenze emanate dai tribunali amministrativi e dai tribunali di diverso grado fino alla Cassazione. Un?ultima parte verrà dedicata alla segnalazione di siti internet e alla recensione di studi e pubblicazioni italiane e internazionali. Il riferimento per le persone interessate a questa rivista è un socio bolognese dell?Asgi, l?avvocato Nazarena Zorzella (tel. 051/236747 – fax 051/221140). La realizzazione di questa rivista è un ulteriore passo avanti per l?Asgi che fin dalle sue origini si è preoccupata di realizzare degli strumenti di consutazione come dimostra la pubblicazione del quaderno ?Casi e materiali?, del ?90 che conteneva un?ampia raccolta di giurispridenza e circolari applicative. La scheda Nome:Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione Indirizzo:corso del popolo,54 34074- Monfalcone(Go) Telefono:0481/790719 Presidente:Lorenzo Trucco Scopo:Promuovere l’informazione,la documentazione e lo studio dei problemi giuridici sull’immigrazione Anno di nascita:1990


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA