Famiglia & Minori

Il gregge dei precari clienti

Appunti per un film sulla lotta di classe una serie di storie sull’universo del precariato

di Chiara Brusini

Continua a portare in scena il suo Scemo di guerra e La pecora nera. Nel frattempo, però, ha raccolto nel work in progress Live. Appunti per un film sulla lotta di classe una serie di storie sull?universo del precariato. Il precario punta tutto sul ?resto della sua vita?: al lavoro meglio non pensare? Al co.co.pro o interinale di quello che fa non interessa nulla, è solo un modo per racimolare soldi. Non si riconosce in un ruolo, fa più di un lavoro ma non produce nulla, né oggetti né servizi. Le classi esistono ancora? Certo, quel che è venuto meno sono le differenze culturali: ieri il carrettiere era analfabeta, l?aristocratico che girava in carrozza aveva una cultura e ascoltava Vivaldi. Oggi la differenza la fanno solo i soldi, si va verso una contrapposizione ricchi-poveri. C?è speranza di riscatto? Non so se si possano cambiare le cose, l?importante però è esserne consapevoli. Ricordiamoci che siamo cittadini, e non clienti/consumatori.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA