Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Il paese che sono io! Fotoritratti che raccontano

È promossa da Fondazione Paideia e Museo Nazionale del Cinema di Torino la mostra "Il paese che sono io!", esposta fino al 6 gennaio alla Mole Antonelliana. Protagonisti 10 bambini incontrati da Paideia in questi anni

di Antonietta Nembri

Un incontro e un desiderio. Sono questi il punto di origine di un evento sfaccettato che da domani, 14 novembre, e fino al 6 gennaio 2014 promuovono Fondazione Paideia onlus e Museo Nazionale del Cinema di Torino nel capoluogo piemontese. Stiamo parlando di “Il Paese che sono io!”, una mostra di fotografie, ritratti e parole nata appunto dall’incontro tra il fotografo Andrea Guermani, l’artista Coco Cano e la scrittrice Anna Peiretti in occasione del ventennale della Fondazione Paideia, che dal 1993 offre sostegno a famiglie e bambini in difficoltà.

Il desiderio da cui è nato il progetto è quello di raccontare le storie di dieci bambini che Paideia ha incontrato in questi anni. Bambini che, al di là delle loro difficoltà e dei loro bisogni specifici, hanno sogni, desideri e passioni e che desiderano raccontarsi senza paura e senza pregiudizi.

Così, con l’aiuto di Coco Cano, i piccoli protagonisti hanno realizzato il loro ritratto davanti allo specchio; con Anna Peiretti si sono raccontati, ispirando i paesi della storia; Andrea Guermani li ha colti in uno scatto mentre erano intenti a fare quel che più amano.
Il risultato sono dieci pannelli di grande formato che raccontano le storie di altrettanti bambini con l’augurio, dicono a Paideia «che tutti, attraversando il percorso fatto di fotografie, ritratti e parole, possano scoprire che ogni bambino deve essere accolto, perché la sua storia è unica, speciale e irripetibile».

La mostra, che è posta sulla cancellata esterna della Mole Antonelliana, simbolo della città di Torino e sede del Museo Nazionale del Cinema, sottolinea inoltre l’impegno di questa istituzione che da anni sta lavorando per diventare una realtà aperta a tutti, punto di riferimento per famiglie e bambini in difficoltà.

Tra gli eventi collaterali della mostra sabato 16 novembre dalle ore 15 alle ore 19 al Museo Nazionale del Cinema in Aula Paideia è in programma il laboratorio per bambini Il paese che sono io!, con il fotografo Andrea Guermani e la scrittrice Anna Peiretti. I partecipanti potranno scoprire “il paese” che è ognuno di loro, rivivendo il percorso dei protagonisti della mostra: davanti allo specchio, con l’aiuto di Anna Peiretti, racconteranno i loro desideri e le loro passioni, per poi rappresentarsi in un giocoso scatto fotografico davanti all’obiettivo di Andrea Guermani (L’attività è aperta a tutte le famiglie, a ingresso gratuito, occorre prenotare ai numeri 011.8138564-565 entro le ore 15 di venerdì 15 novembre)

L’appuntamento sarà anche un’occasione per sostenere la Fondazione Paideia e i suoi progetti dedicati ai bambini in difficoltà.
 


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA