Rilevazioni

Enel ed Hera brillano in sostenibilità

13 Dicembre Dic 2022 0929 13 dicembre 2022

Il riconoscimento arriva dalla società S&P Global, che ha aggiornato la classifica annuale del Dow Jones Sustainability World Index, cioè l’indice borsistico internazionale che valuta la responsabilità sociale delle aziende quotate. Entrambe le società italiane hanno ottenuto punteggi superiori alla media del rispettivo settore nell’applicazione dei principi Esg

  • ...
Nature G26f051f78 1920
  • ...

Il riconoscimento arriva dalla società S&P Global, che ha aggiornato la classifica annuale del Dow Jones Sustainability World Index, cioè l’indice borsistico internazionale che valuta la responsabilità sociale delle aziende quotate. Entrambe le società italiane hanno ottenuto punteggi superiori alla media del rispettivo settore nell’applicazione dei principi Esg

I principi Esg stanno cambiando le aziende oltre che la finanza. A livello mondiale, da oltre 20 anni, la società S&P Global pubblica un indice che giudica le pratiche di sostenibilità messe in atto dalle imprese quotate in borsa. Per questo, i risultati del Dow Jones Sustainability World Index (Djsi World) sono particolarmente attesi. Dopo averne parlato a proposito degli istituti di credito, diamo uno sguardo a come questa rilevazione abbia premiato le aziende italiane dell’energia.

A poter esprimere una leadership nel campo della sostenibilità a livello mondiale c’è Enel che è stata confermata nella classifica del DJSI World edizione 2022: sono quasi le 250 utility elettriche ad essere state valutate ed Enel ha raggiunto per la prima volta un punteggio di 90 su 100, quasi tre volte la media del settore, oltre ad essere il secondo in classifica. Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Enel, ha dichiarato: "Questo riconoscimento da parte del DJSI World rappresenta un incentivo a continuare a migliorare le nostre performance ambientali, sociali e di governance, soprattutto in uno scenario difficile, competitivo e in continua evoluzione come quello attuale. Con l’integrazione dell'innovazione e della sostenibilità nelle pratiche di business del Gruppo Enel, stiamo guidando la transizione energetica verso un modello a zero emissioni, proteggendo l'ambiente e massimizzando il valore condiviso per tutti i nostri stakeholder".

A poter vantare una performance ragguardevole è anche il Gruppo Hera, una delle maggiori multiutility italiane operanti nei settori ambiente, energia e idrico, che si conferma per il terzo anno consecutivo al primo posto nel settore Multi-Utility&Water del DJSI per performance di sostenibilità in tutte e tre le dimensioni della sigla Esg: Environmental, Social e Governance. Come nelle passate edizioni, anche quest’anno Hera è inclusa sia nell’indice mondiale (Dow Jones Sustainability World Index) sia in quello europeo (Dow Jones Sustainability Europe Index). In particolare, la multiutility ha raggiunto un punteggio complessivo di 90/100, il più elevato nel settore Multi-Utility & Water, contro una media del settore di 32/100. Le valutazioni ottenute sono state di 89/100 in ambito Environment, 91/100 nel Social e di 91/100 in Economic & Governance, con una posizione di leadership in tutte e tre le aree oggetto di valutazione. Il risultato raggiunto, spiega l'azienda in una nota, rappresenta un ulteriore riconoscimento dell'impegno della società verso tutti gli aspetti della sostenibilità quale parte integrante della propria strategia di crescita ventennale focalizzata sulla creazione di valore per i propri stakeholder.

Contenuti correlati