In Parlamento

La settimana del sociale: si accende il faro sull’aumento del consumo di sostanze

Una sintesi delle audizioni in corso nella Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza su “Indagine conoscitiva sul degrado materiale, morale e culturale nella condizione dei minori, con focus sulla diffusione di alcool, nuove droghe, aggressività e violenza”. In più la panoramica dei provvedimenti sociali inscritti negli ordini del giorno delle altre Commissioni permanenti

di Edoardo Patriarca

Le assemblee di Camera e Senato non si occuperanno di temi strettamente legati al sociale, certamente farà discutere la mozione alla Camera per il riconoscimento dello Stato Palestina, mentre al Senato è in via di approvazione il ddl 1133 d-l n. 60/2024, recante “ disposizioni urgenti in materia di politiche di coesione”  sul quale abbiamo già dedicato alcune riflessioni in un report precedente

Vorrei proporvi una sintesi delle  audizioni in corso nella Commissione Parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza su “Indagine conoscitiva sul degrado materiale, morale e culturale nella condizione dei minori, con focus sulla diffusione di alcool, nuove droghe, aggressività e violenza”. Non commento il taglio scelto e le parole utilizzate che contengono già in sé una narrazione negativa e catastrofica della condizione giovanile nella quale fatico a ritrovarmi. Due sono le audizioni che porgo alla vostra attenzione: quella di Carla Garlatti della Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescente, e di don Carlo Pincerato responsabile del Servizio nazionale per la tutela dei minori della Cei. 

Garlatti nella sua relazione precisa da subito che «non è vero che i ragazzi non pensano al loro futuro, ci pensano, ci pensano eccome, con curiosità e con preoccupazione, ma non lo vedono nel luogo in cui vivono. Lo vedono in un’altra città, in un’altra regione, spesso all’estero». La  maggioranza dei giovani ritiene che la politica non metta i loro bisogni  tra le priorità ed è convinta che non tutti i ragazzi abbiano le medesime opportunità. Ma accanto al desiderio di futuro si nasconde anche un senso di disillusione che può portare a devianze e a cercare l’eccesso nella vita quotidiana.

La copertina del numero di VITA magazine di aprile dedicato al boom dei consumi di sostanze

In tal senso don Pincerato annota che stiamo assistendo ad un aumento significativo dell’uso di droga nel mondo giovanile. Secondo i dati riportati nella relazione della Federazione italiana delle comunità terapeutiche (Fict), circa un terzo dei giovani in età scolare tra i quindici e i diciannove anni ha dichiarato di aver usato sostanze illegali almeno una volta,  nel 2021 era poco più del 18 per cento.  Non indifferenti  i dati sul  consumo di sostanze legali:  780mila pari al 33% della popolazione giovanile, sono gli studenti tra i quindici e i diciannove anni che si sono ubriacati nell’ultimo anno; il  30 % ha fatto binge drinking (abbuffata alcolica); il 19% ha l’utilizzato psicofarmaci.

Tra tutti,  un dato che colpisce , le ragazze hanno raggiunto e superato i  ragazzi. Se tradizionalmente erano per lo più i ragazzi ad utilizzare sostanze psicoattive, negli ultimi anni si sta assistendo ad un cambiamento dei modelli di consumo, con una evidente riduzione delle differenze di genere.
Ma quali possono essere le cause dell’aumento dell’uso di sostanze? Don Pincerano nella sua esposizione in Commissione ne indivua alcune. In primis il malessere psicosociale esacerbato dalla pandemia di  Covid 19 che ha portato ad un aumento dei disturbi mentali e, di conseguenza, all’uso di sostanze come meccanismo di coping. Ma quello che più impressiona è che accanto alle sostanze classiche la pandemia ha accelerato l’uso di psicofarmaci senza prescrizione, per “sentirsi meglio”, riferiscono i ragazzi: alcuni  ne fanno uso per dimagrire, altri per avere una situazione di serenità, altri ancora per migliorare il rendimento scolastico. 

Una seconda causa sta nella  società italiana che in questi anni ha vissuto un processo di normalizzazione dei comportamenti devianti e additivi. L’uso di sostanze non è più percepito come un comportamento antisociale, in alcuni casi è considerato un marker di successo sociale e  le droghe sono sempre più integrate nella normalità della vita quotidiana. 

Un terzo elemento è l’accessibilità e la varietà delle sostanze attraverso i mercati virtuali, accessibili da casa, senza il controllo dei genitori, che fa sì che  la dipendenza non assuma più una dimensione sociale, ma personale e privata con tutto quello che ne consegue. E va da sé che dopo la pandemia sono ritornate anche  le piazze fisiche di spaccio e di disponibilità di una vasta gamma di sostanze a basso costo.

Non ultimo,  la difficoltà del sistema dei servizi che fatica a intercettare e gestire efficacemente la  maggioranza dei nuovi consumatori,  in particolare nelle Regioni del Centro-Sud, accompagnata  dalla  mancanza  di politiche di prevenzione ed educazione per le persone più fragili,  spesso insufficienti o mal strutturate.

Don Picerano e Garlatti chiedono   una revisione profonda dell’intero sistema educativo e un maggiore investimento in percorsi preventivi fin dalla prima infanzia, proiettate nel futuro e non sulla rincorsa, inutile e inefficace, delle emergenze del qui e ora.   La prevenzione dovrebbe iniziare con il coinvolgimento delle famiglie, delle scuole, delle comunità locali e dell’associazionismo educativo e sportivo. La salute e il benessere per tutti sono una responsabilità collettiva, lo  sono ancor di più se riguardano gli adolescenti e i giovani.
  

Di seguito, come sempre, i disegni di legge inscritti negli ordini del giorno delle Commissioni permanenti, divisi per ambiti.

Ambiente e Territorio

ddl C. 1737-A​  Istituzione della Giornata nazionale delle periferie urbane. 

ddl 276, ddl 396 e ddl 1054  Disposizioni per lo sviluppo e la valorizzazione delle zone montane. 

ddl 1162  d-l 76/2024 – Ricostruzione e protezione civile. 

ddl 948  Modifiche alla legge quadro sulle aree protette. 

ddl 658  Capitale italiana della mobilità sostenibile. 

Scuola e Infanzia.

ddl C. 1902​ DL 71/2024: disposizioni urgenti in materia di sport, di sostegno didattico agli alunni con disabilità, per il regolare avvio dell’anno scolastico 2024/2025 e in materia di università e ricerca. 

 7-00203: adozione di linee guida volte a favorire il rispetto delle differenze nel sistema scolastico.

ddl C. 505​  Modifiche al testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, nonché al decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 38, in materia di utilizzazione degli impianti sportivi scolastici da parte delle associazioni o società sportive. 

ddl C. 1691​ Istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale.

ddl C. 1771​ Modifiche alla legge 17 ottobre 1967, n. 977, in materia di impiego dei minori nell’ambito delle piattaforme digitali di condivisione di contenuti multimediali.

ddl 404 Sottrazione o trattenimento anche all’estero di persone minori o incapaci. 

ddl 314 compartecipazione Stato spese per minori in comunità o istituti

ddl 492 Scuole dell’infanzia a indirizzo musicale. 

Affari istituzionali

ddl C. 1296 Istituzione della Giornata nazionale per il diritto al divertimento in sicurezza​, approvata dal Senato.

ddl C. 1835​ Istituzione della Giornata degli internati italiani nei campi di concentramento tedeschi durante la seconda Guerra mondiale. 

ddl 787 Esercizio del diritto di voto in un comune situato in una regione diversa da quella di residenza,  approvato dalla Camera dei deputati . 

ddl 1086  Codice della strada,  approvato dalla Camera. 

ddl 57, ddl 203, ddl 313, ddl 367, ddl 417, ddl 443, ddl 459, ddl 490 e ddl 556  Disposizioni in materia di elezione diretta dei presidenti delle province, dei sindaci metropolitani e dei sindaci.

Salute e sanità 

ddl C. 1741​ Disposizioni per il sostegno finanziario del Servizio sanitario nazionale in attuazione dei princìpi di universalità, eguaglianza ed equità.

ddl  C. 433​-555-A​  Disposizioni in materia di assistenza sanitaria per le persone senza dimora. 

ddl 1161  DL 73/2024 – Liste di attesa. 

ddl 824 , 163245 e 475 Norme in materia di contrasto alla surrogazione di maternità, approvato dalla Camera.

ddl 227 e ddl 726 Medicina territoriale. 

ddl 483  Tutela persone affette da patologie oculari cronico-degenerative.

ddl 9905991006  Disturbi del comportamento alimentare. 

ddl 647739 Inserimento lavorativo persone con disturbi dello spettro autistico .

ddl 1082  Disposizioni in materia di contrasto ai disturbi alimentari e della nutrizione. 

ddl 898122269410  Tutela persone affette da epilessia. 

ddl 734938 Disposizioni in materia di tutela della salute mentale. 

ddl 623  Celiachia.

Cultura

atto n. 167  Schema di decreto ministeriale recante adozione del Piano nazionale d’azione per la promozione della lettura, per gli anni 2024-2026.  

ddl 413  Produzione e vendita del pane. 

ddl 507  Sulla promozione della memoria dei campi di prigionia, di internamento e di concentramento in Italia. 

ddl 568  Promozione e tutela della danza. 

ddl 939  Valorizzazione delle abbazie e degli insediamenti benedettini medievali. 

ddl 970 Regolamentazione delle competizioni videoludiche.

ddl 279 e ddl 503 Sostegno alle associazioni musicali amatoriali. 

Sociale e Terzo Settore

Atto n. 163 Schema di decreto ministeriale concernente la ripartizione per l’anno 2024 del fondo derivante dalle sanzioni amministrative irrogate dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato da destinare a iniziative a vantaggio dei consumatori.   

ddl C. 997​ , ddl C. 1269​, ddl C. 1463​ e ddl C. 1490​ Disposizioni in materia di turismo accessibile e di partecipazione delle persone disabili alle attività culturali, turistiche e ricreative.

ddl 1135  Reati di violenza sessuale contro le donne nei conflitti armati. 

ddl 837  Edilizia residenziale pubblica. 

ddl 972 Misure per sensibilizzare i consumatori all’adozione di condotte virtuose orientate alla riduzione dello spreco alimentare.

Lavoro

 ddl C. 142​, ddl C. 1000​  e ddl C. 1505​ Disposizioni per favorire la riduzione dell’orario di lavoro. 

ddl 1146  Intelligenza artificiale. 

ddl 1066 Norme per lo sviluppo e per l’adozione di tecnologie di intelligenza artificiale.

ddl 1136  Disposizioni per la tutela dei minori nella dimensione digitale.  

AG 157  Protezione lavoratori contro i rischi da esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro.  

ddl 672  Semplificazioni in materia di lavoro e legislazione sociale.

COM(2024) 132 definitivo  Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle condizioni di lavoro dei tirocinanti e lotta ai rapporti di lavoro regolari camuffati da tirocini. 

Foto archivio VITA: uno scorcio del boschetto della droga nel quartiere di Rogoredo a Milano


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA