Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Media, Arte, Cultura

Londra, dal 2002 carta d’identità per chi chiede asilo

Sostituirà l'attuale lettera di conferma della presentazione della domanda d'asilo in Gran Bretagna

di Gabriella Meroni

Dal gennaio 2002, verra’ introdotta in Gran Bretagna una carta d’identita’ per i richiedenti asilo politico, ha annunciato oggi il ministro dell’Interno, David Blunkett. Il progetto si inserisce nel quadro delle nuove misure di controllo dell’immigrazione. La carta d’identita’, su cui compariranno fotografia e impronte digitali del rifugiato politico, sostituira’ l’attuale lettera di conferma della presentazione della domanda d’asilo in Gran Bretagna. ”A partire dal momento in cui una persona si presentera’ alle nostre porte, verra’ seguita e assistita”, ha proseguito Blunkett, dicendo di voler dare un segnale chiaro e forte a chi pensa che la Gran Bretagna sia troppo permissiva in materia di immigrazione. A meta’ settembre, David Blunkett si era augurato, durante la presentazione delle nuove misure contro l’immigrazione clandestina, la cooperazione con altri stati europei, chiedendo anche che le impronte digitali dei rifugiati venissero rilevate gia’ nel primo paese in cui i clandestini fossero stati scoperti, per evitare il tentativo di raggiungere successivamente il Regno Unito.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA