Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Education & Scuola

Londra: dopo le bombe Blair è amato come Churcill

Il 74% degli inglesi approva le bombe su Kabul

di Gabriella Meroni

Il sostegno degli inglesi alle azioni militari sull’Afghanistan cresce di ora in ora, ed è arrivato a toccare ieri il 74%. Sono questi i risultati dal primo sondaggio di opinione nazionale realizzato in Gran Bretagna dall’inizio delle operazioni anglostatunitensi. Il sondaggio, realizzato dal quotidiano The Guardian, indica inoltre che il gradimento personale accordato al premier Tony Blair’s è cresciuto al punto da superare i tempi migliori della popolarità di Margaret Thatcher, durante la guerra delle Falklands, e quella di John Major durante la guerra del Golfo. Ma c’è di più: circa l’88% degli inglesi ritiene che Blair abbia gestito la crisi «molto bene» o «bene»: siamo ai livelli, nota con stupore lo stesso Guardian, del “mitico” Winston Chruchill durante la seconda Guerra mondiale.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA