Solidarietà & Volontariato

Quanti senza dimora dormono per le strade di Milano?

Milano conta i suoi homeless. Lo farà con la quarta edizione di RacContami 2023, promossa dal Comune di Milano con la Fondazione Rodolfo Debenedetti, l’Università Bocconi e le realtà sociali che nel capoluogo lombardo operano in favore delle persone in povertà estrema. Lunedì 12 giugno, dalle 22 alle 2 di notte circa 800 i volontari passeranno al setaccio la città. Contare è un passo per implementare politiche sempre più adeguate

di Antonietta Nembri

Saranno circa 800 i volontari che nella serata di lunedì 12 giugno, fino alle 2 del 13 giugno, cercheranno di scattare una fotografia particolare della notte milanese. È l’istantanea della povertà estrema quella che emergerà in occasione della IV edizione di RacContami, il censimento dei senza dimora promosso dal Comune di Milano con la Fondazione Rodolfo Debenedetti, l’Università Bocconi e le tante realtà del privato sociale che operano a favore delle persone che vivono la povertà estrema.
Il primo censimento dei senza dimora risale al 2008, cinque anni dopo la seconda (qui avevamo scritto dei risultati di allora) mentre l’ultima rilevazione risale al 2018, in quell’occasione i senza dimora erano risultati essere 2.608 (di questi 2021 nelle strutture di accoglienza e 587 in strada). «Quella di quest’anno però è la prima edizione che viene fatta in estate», spiega Mariella Pappalardo, responsabile volontariato di Progetto Arca. «Questa volta il Comune di Milano ha deciso di fare una doppia foto: invernale ed estiva, sarà una verifica, anche perché nei mesi più freddi ci sono molte più persone che vengono accolte nei dormitori».

Tutti i volontari che parteciperanno al censimento si sono iscritti al portale del comune e hanno potuto fare una serata di formazione che per quanti fanno riferimento a Progetto Arca (realtà storica che da trent'anni si muove per le strade di Milano in aiuto ai senza dimora) si è tenuta nell’hub di via Sammartini 126 «per molti era la prima volta che impattavano con una realtà come la nostra, ma erano tutti molto interessati a sapere come diventare volontari», continua Pappalardo. «Certo la serata del censimento che sarà un momento operativo sarà un’occasione in più per raccontare chi siamo e cosa facciamo».

I volontari si muoveranno all’interno delle 200 micro aree in cui è stata suddicisa Milano. Per incontrare le persone senza dimora saranno esplorate tutte le zone «L’obiettivo è percorrere tutte le strade, i parchi, le panchine, le metropolitane. Inoltre, ci saranno squadre speciali che esploreranno le stazioni, in particolare la Centrale e l’aeroporto di Linate», illustra la responsabile volontari. Che continua: «I volontari del censimento da una parte faranno il conteggio delle persone senza dimora e dall’altra dovranno compilare un questionario che va a esplorare le ragioni per le quali una persona si trova senza dimora».

Nella foto in apertura una delle Unità di Strada di Fondazione Progetto Arca in azione


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA