Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Solidarietà

Se è solidale il Natale ha più gusto

Panettoni, pandori e cioccolato per tutti i palati... Quest’anno il food è di tendenza tra i regali solidali che le associazioni, gli enti e le organizzazioni del Terzo settore hanno scelto. Online, ma anche attraverso banchetti e temporary shop in molti si sono mossi per tempo. Ma per i tradizionali ritardatari ci sono ancora occasioni da cogliere

di Antonietta Nembri

Natale, tempo di buoni propositi, ma soprattutto momento in cui un po’ tutti sentono il desiderio di sentirsi ed essere più buoni. Ed è un’occasione anche per tante realtà del Terzo settore per dar vita alle tradizionali campagne di raccolta fondi. Anche se già a metà novembre, quando le vetrine dei negozi iniziano a colorarsi e brillare dei colori delle feste, sulle bacheche online di molte associazioni iniziano ad apparire le prime proposte è negli ultimi giorni prima di Natale che le persone iniziano a guardarsi intorno e pensare a cosa regalare ad amici e parenti e sempre più ci si rivolge a un dono che sia etico e che magari possa anche essere un’occasione per fare un gesto di solidarietà. 

Più che negli anni scorsi accanto alle donazioni per l’acquisto di macchine da cucire, animali da reddito, strumenti agricoli, kit scolastici o kit nascita… come per esempio propone Save the Children ma anche Dynamo Camp con i suoi regali virtuali come la terapia a cavallo o i pennelli per il laboratorio di art factory, sono aumentate le proposte gourmet. Girando online per gli eshop di diverse organizzazioni accanto a tanti gadget e oggetti di artigianato e green si incontrano panettoni, pandori, cioccolatini per tutti i gusti, ma anche cesti gastronomici e prodotti della tradizione culinaria. 

Dolci pensieri

A proporre un panettone artigianale e solidale sono, per esempio, Coopi, Amref – che lo confeziona con una sacca africana, Arché da parte sua propone anche l’accoppiata con un bottiglia di spumante. I dolci delle feste fanno bella mostra di sé anche nella bacheca online di Ciai e così accanto al panettone proposto in una shopper in tessuto etnico, ci sono anche nocciole ricoperte di cioccolato “praliciai”, le classiche scorzette d’arancia con cioccolato “ciaiette” e i “ciaiotti”, ovvero i baci di dama.  

Il panettone Ciai

Baci di dama realizzati con sole materie prime di origine biologica e confezionati da Banda Biscotti, cooperativa che offre opportunità di lavoro ai detenuti del Laboratorio della Scuola dell’Amministrazione Penitenziaria di Verbania, sono proposti dalla fondazione Bianca Garavaglia e si possono trovare nel negozio virtuale online.

I dolci sono immancabili nelle proposte di Mission Bambini, al di là di pandoro e panettone, prodotti artigianalmente con ingredienti equosolidali e confezionati in un foulard di cotone, ricavato dal riciclo dei sari del Bangladesh e riutilizzabile come pratico accessorio, tra le “golosità solidali” anche baci di dama, confetture e cioccolatini, come la Stella di Natale: una golosa tavoletta di cioccolato equosolidale a forma di stella. Tra le proposte originali e gustose ci sono le Torte in barattolo, un kit che contiene tre dolci classici in vasetto (nella foto in basso): torta della nonna, tiramisù e salame al cioccolato. Le torte possono essere gustate ovunque e ogni kit è composto da pratici barattoli in vetro riutilizzabili. 

Il tradizionale dolce di Natale si trova anche tra le proposte di Emergency con il titolo “Panettone fatto per bene”. Oltre allo shop online l’organizzazione ha una serie di temporary shop per il periodo natalizio aperti fino al 24 dicembre, in diverse città italiane, dove si possono fisicamente trovare anche le altre proposte di regalo solidale. 

Gourmet dall’antipasto al caffé

Vanno dall’antipasto al dolce le proposte solidali che si possono trovare nella pagina dedicata di Fondazione Francesca Rava Nph Italia qui si può scegliere non solo il classico panettone, ma anche bontà salate come salami tradizionali, o bottiglie di vino, ma si può anche optare per una confezione di prodotti gastronomici assortiti. 


Scegli la rivista
dell’innovazione sociale



Sostieni VITA e aiuta a
supportare la nostra missione


L’associazione italiana sclerosi multipla- Aism richiama una delle sue tradizionali campagne di fundraising “le mele di Aism” segnalando tra i cadeaux natalizi il “Tris di mele”, tre confezioni di confettura a base di mele (“mele cotogne bio”, “mele e noci” e “mele e pesche bio”), tutti i regali solidali hanno l’obiettivo di finanziare la ricerca scientifica.

Obiettivo ricerca anche per i cuori di cioccolato simbolo della campagna natalizia di Telethon online insieme ad altri prodotti non alimentari.

La confezione da collezione di Uildm

Caffé ma in una confezione da collezione è la proposta di Uildm per questo Natale con il titolo Diritti di tutti . Due confezioni di caffé illy è anche la proposta natalizia che arriva da Aido .

Per chi vuole andare oltre al food

Accanto a panettoni e pandori da Cbm Italia arriva una proposta artistica: Serena Gianoli, Pierluigi Longo, Andrea Mongia, Valeria Petrone, Emiliano Ponzi, Elisa Talentino: sei illustratrici e illustratori italiani di fama internazionale, per la prima volta insieme, firmano il progetto “Illustrators United for Sight”. Mantenendo ognuno il proprio stile hanno unito i loro sguardi e la loro sensibilità raccontando il passaggio dal buio della cecità alla luce della vista.

Il ricavato dell’iniziativa sostiene la campagna di Cbm Italia “Fuori dall’ombra” il cui obiettivo è garantire cure oculistiche a un milione di persone nei Paesi del Sud del mondo. Con l’apposito cofanetto abbinato sono online allo shop solidale.

L’opera di Emiliano Ponzi, parte del cofanetto “Illustrators United for Sight”

L’ong Cesvi propone per questo Natale magliette e shopper sostenibili, con la riproduzione delle opere “Kids are Sacred” e “Stop War” realizzate da Tvboy, urban artist italiano che con Cesvi lo scorso febbraio ha portato con la sua arte messaggi di pace nei territori urcraini diventati simbolo del conflitto nel Paese. Le donazioni raccolte con i regali solidali sosterranno il programma internazionale di protezione per l’infanzia “Case del Sorriso”.

In apertura photo by Michele Purin on Unsplash


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA