Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Media, Arte, Cultura

Un aerostato combatterà l’elettrosmog?

I palloni, al contrario delle antenne, trasmetterebbero in modo "pulito"

di Gabriella Meroni

Un pallone aerostatico potrebbe essere la soluzione al problema dell’elettrosmog. E’ quanto emerso all’assemblea dell’International Press Telecommunication Council, in corso a Ischia. Il sistema “Sky Station”, lanciato da un team di aziende americane, consiste in una serie di palloni aerostatici, posizionati a 21 chilometri di altezza sulla superficie terrestre e dotati di un’apparecchiatura che trasmette su una banda di 47 GHz, che consentirebbe di coprire un’area di circa 75 chilometri di diametro. Attraverso la piattaforma Stratospheric Telecommunications Service, i palloni fungerebbero in pratica da ripetitori di segnali a banda larga (dai 2 ai 10 Mbps) di telefonia domestica, tv e Internet. Per ricevere il segnale, gli utenti dovrebbero dotarsi di una piccola antenna delle dimensioni di una cartolina postale. Il funzionamento, assolutamente “ecologico”, sarebbe assicurato da pannelli solari, e per la manutenzione potrebbero essere riportati facilmente a terra. L’avvio dei primi servizi è previsto negli Usa per il 2002.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA