Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Una cheesecake per donare un’ora di Terapia Ricreativa

C'è tempo fino al 15 aprile per partecipare all'iniziativa di Philadelphia e Dynamo Camp: realizzare la cheesecake, fotografarla e postare l'immagine sulla pagina speciale di Fb. Obiettivo donare 4mila ore di allegria

di Redazione

Obiettivo 4mila ore di allegria, ovvero altrettante ore di Terapia Ricreativa per i bambini ospiti di Dynamo Camp. Per donare queste ore di allegria ai bambini tra i 6 e i 17 affetti da patologie gravi e croniche che ogni anno vengono accolti nel camp basta realizzare una cheesecake.

Dopo il successo ottenuto nel 2012 (3mila ore di Terapia Ricreativa donate) anche questa torna l’iniziativa di Philadelpia e Dynamo Camp “Un cheesecake per un’ora di allegria” che sposta più in alto l’asticella della solidarietà: Philadelphia si impegna a donare le stesse ore dello scorso anno, 3mila, chiedendo il contributo dei consumatori che potranno sostenere l’iniziativa portando il totale a 4mila ore di allegria.

Basterà dunque realizzare una cheesecake, fotografarla e caricare l’immagine nell’apposita sezione della pagine Facebook di Philadelphia. Per ogni foto caricata l’azienda donerà un’ora di Terapia Ricreativa. C’è tempo fino al 15 aprile per realizzare il dolce, immortalarlo e postarlo su Fb.

Michele Porta, Marketing Manager di Philadelphia illustrando il progetto in cui l’azienda continua a credere aggiunge: «Siamo davvero felici di proseguire la nostra collaborazione con Dynamo Camp con un’iniziativa che ci rende portatori di allegria grazie alla nostra cheesecake. Visto il grande successo dello scorso anno, che ci ha confermato la forte partecipazione dei nostri consumatori, abbiamo deciso di migliorare ulteriormente quest’anno, raggiungendo il traguardo di 4.000 ore di terapia per i piccoli ospiti di Dynamo Camp».
Parla di un progetto riuscito che si rinnova Maria Serena Porcari, vicepresidente operativo di Associazione Dynamo Camp Onlus: «Grazie di cuore a Philadelphia e a tutti coloro che hanno partecipato con calore nella prima edizione. Auspico che questa partnership possa rinnovarsi nel futuro, visto l'enorme beneficio per i bambini di Dynamo e l'entusiasmo con il quale è stata accolta dalla comunità di sostenitori e amici del Camp e anche da parte dei consumatori di Philadelphia che ancora non conoscevano Dynamo».
 


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA