Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Media, Arte, Cultura

Valeria Mazza testimonial degli Special Olympics

La modella, intervenuta a Fiuggi dove si svolgono i giochi per disabili mentali, ha ricordato il suo passato da volontaria

di Gabriella Meroni

E’ tornata dall’Argentina unicamente per essere accanto agli atleti speciali, Valeria Mazza Testimonial di Special Olympics presenzierà la cerimonia d’apertura dei Giochi Nazionali di Fiuggi -domenica 1 luglio alle ore 21.00 presso il campo d’atletica di Capo I Prati. “Ho iniziato come volontaria in Argentina – afferma la presentatrice televisiva – e sono rimasta legata a Special Olympics, alla sua filosofia, ai tanti ragazzi speciali, capaci di grandi cose sia sui campi d’atletica che nella vita”. La fotomodella argentina darà il benvenuto ai 1200 atleti, ai mille tecnici, ai volontari e ai familiari che animeranno la settimana dei Giochi Nazionali. Accanto a Valeria Mazza, hanno voluto essere presenti all’apertura dei Giochi e portare il loro saluto agli atletivanche il campione olimpionico Jury Chechi e il noto comico Pippo Franco. Domenica sera, davanti a un pubblico di oltre sei mila persone, le squadre sfileranno in una cornice festosa e variopinta arricchita dalla presenza dei gruppi di volontariato, delle bande musicali, dei gruppi folcloristici. Il momento più alto si avrà con il giuramento degli atleti davanti alla fiamma olimpica “Che io possa vincere, ma se non vincessi che possa tentare con tutte le mie forze”, parole che saranno accompagnate dal volo delle Frecce Tricolori che disegneranno nel cielo i colori di Special Olympics Con la cerimonia si aprirà ufficialmente la Settimana Speciale all’insegna dello sport e della solidarietà durante la quale gli atleti dimostreranno le loro diverse abilità nelle sette discipline sportive praticate in Italia (atletica leggera, nuoto, ginnastica, bocce, pallacanestro, calcio, equitazione), e in tre dimostrative (tennis, tennistavolo, pallavolo), in cui ci saranno spazi dedicati alla riflessione sulle condizioni di vita delle persone con ritardo mentale e sulle potenzialità troppo spesso sottovalutate se non ignorate. E con questi intenti che saranno allestite varie esposizione di gruppi artistici e mostre fotografiche, oltre a rassegne teatrali e proiezioni di film.


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA