Sezioni

Attivismo civico & Terzo settore Cooperazione & Relazioni internazionali Economia & Impresa sociale  Education & Scuola Famiglia & Minori Leggi & Norme Media, Arte, Cultura Politica & Istituzioni Sanità & Ricerca Solidarietà & Volontariato Sostenibilità sociale e ambientale Welfare & Lavoro

Education & Scuola

L’Acnur chiede che i bombardamenti Usa siano “limitati”

Ruud Lubbers si dice "preoccupato" per la mancanza di sbocchi politici della crisi in Afghanistan

di Paolo Manzo

L’alto commissario dell’Onu per i rifugiati (Acnur), Ruud Lubbers, ha lanciato oggi un appello affinché i bombardamenti Usa in Afganistán siano “limitati” e, nel mentre, si è detto “molto preoccupato” per la mancanza di sbocchi politici della crisi. “I bombardamenti devono essere limitati e localizzati alla lotta contro il terrorismo e contro chi appoggia i terroristi”, ha detto Lubbers in una conferenza stampa ad Islamabad. Ha poi insistito sulla necessità di trovare una soluzione politica per l’Afganistan. “Sono preoccupato perché non ci sono segnali positivi”. L’alto commissario si è detto preoccupato del fatto che i bombardamenti si trasformino in un conflitto senza fine, con sempre più vittime civili. Non deve trasformarsi in una guerra agli afghani”, ha spiegato Lubbers. “E’ un vero dramma umanitario e spero che gli afghani trovino un modo per uscire da questa miseria” e che “chi prende le decisioni di bombardare, lontani da qui si rendano conto che qui c’è gente che muore”. Il capo dell’Acnur è arrivato sabato in Pakistan per valutare la situazione e si è incontrato con il presidente, Pervez Musharraf. Prossimo viaggio in programma di Lubbers l’Iran, altro Paese confinante, per incontrarsi con il presidente Mohammad Khatami”


Qualsiasi donazione, piccola o grande, è
fondamentale per supportare il lavoro di VITA